AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Riflessioni > La piccola e dolce Elisa è volata in cielo

 sabato 29 giugno 2019

MALTA

La piccola e dolce Elisa è volata in cielo

di Fra Mario Attard


alt

Dentro una chiesa affollata, un ultimo addio è stato accordato a lei, Elisa Buhagiar. Giovedì 20 giugno, Elisa ha perso la sua vita in un incidente stradale. Con gli abiti bianchi predominanti, amici e parenti hanno offerto a Elisa un ultimo addio alla chiesa parrocchiale di Zebbug. La chiesa è stata decorata con numerosi palloncini per celebrare la vita della bambina scomparsa. A Elisa, è stata data una scorta di polizia dall’ospedale fino alla chiesa. Elisa Buhagiar è nata il 30 aprile del 2009. Una ragazza dal carattere allegro, una bambina attiva, amava la vita, amava lo sport ed era piena di energia e amore. Amava anche esprimere il suo amore attraverso gli abbracci. Gesù ha avuto un ruolo importantissimo per Elisa, tanto che ha sempre trovato il tempo per Lui attraverso la preghiera, in particolare recitando il Rosario. Elisa affermava spesso: “Io appartengo a Gesù!”.Personalmente parlando Elisa mi incoraggiava tantissimo a non contenere, sopprimere o controllare la mia gioia. Anzi, mi incoraggiava a fare ben il contrario! Elisa mi insegnava a dare gioia alle persone depresse e senza speranza. Di essere la gioia di Gesù per coloro che sono ancora trattenuti dalle loro ferite emozionali, particolarmente quelle che provengono dalla loro infanzia. Elisa incarnava la preghiera semplice di San Francesco d’Assisi.

Oh! Signore, fa di me uno strumento della tua pace:

dove è odio, fa ch’io porti amore,

dove è offesa, ch’io porti il perdono,

dove è discordia, ch’io porti la fede,

dove è l’errore, ch’io porti la Verità,

dove è la disperazione, ch’io porti la speranza.

Dove è tristezza, ch’io porti la gioia,

dove sono le tenebre, ch’io porti la luce.

Oh! Maestro, fa che io non cerchi tanto:

Ad essere compreso, quanto a comprendere.

Ad essere amato, quanto ad amare

Poichè: Se è: Dando, che si riceve:

Perdonando che si è perdonati;

Morendo che si risuscita a Vita Eterna.

Amen.

Essendo pienamente francescana in spirito, Elisa rimane, per tutti quelli che hanno avuto la grazia di conoscerla da vicino, un’icona convincente di Gesù nel mondo di oggi. Grazie Elisa per essere stata un regalo di Energia benedetta per tutti noi. Lavoratrice assidua, Intuizione meditativa, Semplicità gioiosa e Amore generoso e misericordioso. Prega per noi che, nelle nostre vite, come te, lasciamo lo Spirito Santo per farci liberi da noi stessi, dalle nostre ferite passate, e prendere questa vita come dono e mai come un problema da risolvere. Grazie Elisa della tua gioia immensa che ci hai dato. La gioia di Gesù, semplice, umile, mite e pieno di vita. Benedicici dal cielo carissima Elisa. Rimani sempre con mamma Rachel, papà Joseph e tua sorella Sara. Infine, per favore, intercedi anche per me, davanti al trono di Dio. Tu sei entrata alla Casa del Padre il 20 giugno, proprio nell’anniversario della mia ordinazione sacerdotale. Continui a mostrarmi come essere sempre un sacerdote francescano cappuccino, pieno di gioia che non la contiene, né la sopprime o la controlla, ma da dare con un’estrema generosità. Proprio come ha fatto tu carissima Elisa! Vola Elisa! Vola al cielo! E proteggici tutti quanti! Ti vogliamo un oceano di bene! Amen!


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Riflessioni






 
Sostenitori
 
 
© 2011/21 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839