AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Riflessioni > Incontro degli ex studenti della Facoltà di Teologia dell’Università di Malta

 giovedì 20 giugno 2019

MALTA

Incontro degli ex studenti della Facoltà di Teologia dell’Università di Malta

di Fra Mario Attard


alt

Il preside e il personale della Facoltà di Teologia presso l’Università di Malta invitano tutti gli ex studenti della facoltà per una riunione che si terrà martedì 2 luglio. L’evento inizierà alle ore 19.00 con la celebrazione della Messa nella Cappella della Cappellania dell’Università. Seguirà un ricevimento. I membri della facoltà ringrazieranno anche Don René Camilleri per aver terminato la sua carriera di docente presso la stessa facoltà. Questo evento così bello mi fa ricordare quanto tenera deve essere la parola chiave della teologia contemporanea. Questo lo sottolinea meravigliosamente Papa Francesco quando, giovedì 13 settembre 2018, esattamente alle ore 10.30, ricevette nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico in udienza i partecipanti al Convegno “La teologia della tenerezza in Papa Francesco”, che fu tenuto ad Assisi dal 14 al 16 settembre 2018.

In quel discorso, il Santo Padre disse:Teologia e tenerezza sembrano due parole distanti: la prima sembra richiamare l’ambito accademico, la seconda le relazioni interpersonali. In realtà, la nostra fede le lega indissolubilmente. La teologia, infatti, non può essere astratta – se fosse astratta, sarebbe ideologia –, perché nasce da una conoscenza esistenziale, nasce dall’incontro col Verbo fatto carne! La teologia è chiamata allora a comunicare la concretezza del Dio amore. E tenerezza è un buon ‘esistenziale concreto’, per tradurre ai nostri tempi l’affetto che il Signore nutre per noi. La teologia non può certamente ridursi a sentimento, ma non può nemmeno ignorare che in molte parti del mondo l’approccio alle questioni vitali non inizia più dalle domande ultime o dalle esigenze sociali, ma da ciò che la persona avverte emotivamente. La teologia è interpellata ad accompagnare questa ricerca esistenziale, apportando la luce che viene dalla Parola di Dio. E una buona teologia della tenerezza può declinare la carità divina in questo senso. È possibile, perché l’amore di Dio non è un principio generale astratto, ma personale e concreto, che lo Spirito Santo comunica nell’intimo. Egli, infatti, raggiunge e trasforma i sentimenti e i pensieri dell’uomo”.Possa questo incontro far ravvivare sia nei docenti che negli ex studenti della facoltà di Teologia dell’Università di Malta quella tenerezza che ci fa più vicini a Dio e all’uomo di oggi, tramite lo studio e il compimento del messaggio di Gesù come si è riflesso dalla sua sposa, la Chiesa.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Riflessioni






 
Sostenitori
 
 
© 2011/21 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839