AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > FIADEL: Al sindaco De Luca e al Consiglio Comunale: “Smettetela di litigare! Vogliamo soluzioni e garanzie per l’occupazione per i rimasti fuori della Messina Social City”

 venerdì 14 giugno 2019

MESSINA

FIADEL: Al sindaco De Luca e al Consiglio Comunale: “Smettetela di litigare! Vogliamo soluzioni e garanzie per l’occupazione per i rimasti fuori della Messina Social City”

di Redazione


alt

Nulla di fatto anche oggi – commenta la dirigente sindacale, Clara Crocè –. Ci chiediamo che senso abbia partecipare a commissioni consiliari nelle quali non si conclude niente. Martedì scorso eravamo presenti a una seduta di commissione per discutere degli ex lavoratori di Casa Serena andata a vuoto, perché gli stessi consiglieri hanno fatto cadere il numero legale. Oggi, la commissione convocata per le ASACOM si è rivelata un altro buco nell’acqua per l’assenza dell’assessore ai Servizi sociali, Alessandra Calafiore, che si è giustificata sostenendo che la convocazione non rispettava il regolamento.

Quindi, invece, di parlare degli operatori in attesa di certezze, i consiglieri si sono limitati a manifestare solidarietà al collega Alessandro Russo per l’attacco subito dal sindaco. Come FIADEL non vogliamo entrare in una squallida diatriba. Il dato certo è che nessuno può dichiararsi innocente, anche perché allora avremmo dovuto essere solidali con De Luca per gli attacchi dello stesso Russo. Nell’interesse di tutti i lavoratori che sono rimasti fuori dal transito nella MSC (sostituzioni storiche, ex Casa Serena, Legge 328 e ASACOM), chiediamo al primo cittadino e ai consiglieri comunali di smettere di litigare. Siamo stanchi di partecipare a sedute inconcludenti nelle quali non si raggiunge alcun accordo.

A breve, molti di questi lavoratori non avranno alcun sostentamento economico – incalza la Crocè –. Le chiacchiere non si mettono a tavola e non ci si pagano le bollette e il mutuo. Lanciamo un messaggio di pace a Consiglio comunale e Amministrazione nell’interesse esclusivo dei lavoratori e della Città: sedetevi tutti intorno a un tavolo (capogruppo consiliari, sindaco, assessore, presidente e Consiglio di Amministrazione della Messina Social City) e individuate una soluzione che possa garantire il futuro occupazione dei lavoratori”. Secondo la FIADEL, la soluzione c’è già ed è quella approvata dalla Giunta e dal Consiglio comunale relativamente ai criteri di transito. “Non consentiremo alcuna strumentalizzazione dei lavoratori da parte di chicchessia – conclude Clara Crocè –. Tutti avete deliberato la salvaguardia dei livelli occupazionali: fatelo. La campagna elettorale è finita per tutti, adesso risolvete i problemi”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Sostenitori
 
 
© 2011/21 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839