AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Riflessioni > Giubileo di diamanti per padre Pietru Pawl Schembri e padre Joseph Mallia

 lunedì 29 aprile 2019

MALTA

Giubileo di diamanti per padre Pietru Pawl Schembri e padre Joseph Mallia

di Fra Mario Attard


alt

Giovedì 14 marzo, è stato un giorno assai speciale per padre Pietru Pawl Schembri OFM Cap e padre Joseph Mallia OFM Cap. Entrambi frati hanno celebrato il giubileo di diamanti (cioè 60 anni) della loro ordinazione sacerdotale. Per questa occasione, padre Joseph Mallia OFM Cap ha celebrato una messa di ringraziamento domenica 17 marzo, presso la Chiesa dei Cappuccini di Santa Liberata a Kalkara. Nella sua omelia, padre Philip Cutajar OFM Cap ha fatto un paragone su tre momenti della vita di Abramo e quella della vita sacerdotale. Padre Philip ho concluso la sua riflessione con 7 punti che Papa Francesco sottolinea sulla vita del sacerdote. Dopo la Santa Messa, un piccolo ricevimento nella sala accanto al convento per concludere questa serata felice e fraterna con il fratello padre Joseph. Domenica 24 marzo, è stata celebrata una messa presieduta dal ministro provinciale, padre Effie Mallia OFM Cap, nella quale è stato dato lode e grazie a Dio per il dono del sacerdozio di padre Pietru Pawl Schembri OFM Cap. Nella sua omelia, il ministro provinciale ha spiegato come il nostro fratello, padre Pietru Pawl OFM Cap, portò su di sé l’odore delle pecore attraverso il suo generosissimo contributo nei vari lavori intrapresi dalla Provincia Cappuccina Maltese. Questa Santa Messa è stata celebrata nella Chiesa di Santa Croce a Floriana. A mezzogiorno, si è pranzato, per l’occasione, nel refettorio del convento.

In queste due bellissime circostanze, occorre ricordare le parole incoraggianti di Papa Francesco pronunciate nell’omelia della Santa Messa Del Crisma, celebrata nella Basilica Vaticana nel Giovedì Santo: Venendo a noi, cari fratelli sacerdoti, non dobbiamo dimenticare che i nostri modelli evangelici sono questa ‘gente’, questa folla con questi volti concreti, che l’unzione del Signore rialza e vivifica. Essi sono coloro che completano e rendono reale l’unzione dello Spirito in noi, che siamo stati unti per ungere. Siamo stati presi in mezzo a loro e senza timore ci possiamo identificare con questa gente semplice. Ognuno di noi ha la propria storia. Un po’ di memoria ci farà tanto bene. Essi sono immagine della nostra anima e immagine della Chiesa. Ciascuno incarna il cuore unico del nostro popolo. Noi sacerdoti siamo il povero, e vorremmo avere il cuore della vedova povera quando facciamo l’elemosina e tocchiamo la mano al mendicante e lo guardiamo negli occhi. Noi sacerdoti siamo Bartimeo, e ogni mattina ci alziamo a pregare chiedendo: ‘Signore, che io veda di nuovo!’ (Lc 18,41). Noi sacerdoti siamo, in qualche punto del nostro peccato, il ferito picchiato a morte dai ladri. E vogliamo stare, noi per primi, tra le mani compassionevoli del Buon Samaritano, per potere poi con le nostre mani avere compassione degli altri”. Ad Multos Annos carissimi, padre Joseph Mallia OFM Cap e Pietru Pawl Schembri OFM Cap!


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Riflessioni






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839