AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   

 domenica 14 ottobre 2012

LA NATURA IN FOTO

AL MICROSCOPIO

di Giovanni Scavone


alt

Quel meraviglioso mondo dell’ultrapiccolo, ovvero, di tutto ciò che di vivente (e non) ci circonda, quello che i nostri occhi non possono, comunemente, vedere. Con l’ausilio di quel magico strumento, qual è il microscopio, si apre un mondo incredibile fatto di esseri costituiti da forme infinite. Sono, ormai, diversi anni che mi dedico a tale disciplina e devo ammettere che non basta una vita per poter esplorare, anche, una minima parte di tutto quello che si può vedere con le lenti di un microscopio. Le tecniche sono complesse e comportano, oltre che uno studio approfondito dell’argomento, anche, uno studio dell’immagine e della composizione della stessa. Con l’uso dei moderni computer e relativi software le informazioni visive che si riescono ad estrapolare da un’immagine sono entusiasmanti. Spesso, capita che particolari irrilevanti ad un esame generico, diventano, estremamente, interessanti dopo un trattamento con i software dedicati. È un mondo magico, suggestivo per la ricchezza di conoscenze che riesce a dare a colui che vi si dedica. Le esperienze sono cumulative ed arricchiscono, nel tempo, il bagaglio cognitivo della comprensione del creato; anche, il più piccolo dei batteri nasconde nel profondo il segreto della vita ed è, davvero, affascinante vedere come ogni differenziazione di generi viventi difendono la propria identità combattendo ed adattandosi ad ogni tipo di habitat.

1 - microrganismi provenienti dal lago di Ganzirri – contrasto di fase positivo ottica pzo 40x – elaborazione computerizzata;

2 - organismo ameboide proveniente da stagno, località Fiumedinisi, tecnica in chiaro – ottica 40x planapo zeiss 0,95;

3 - stessa immagine della precedente, con tecnica d’inversione computerizzata dell’immagine, per la dimostrazione della valorizzazione dei dettagli;

4 - ameba stessa provenienza della precedente – fase di scissione – ottica 40x planapo zeiss 0,95;

5 - batteri – selezione, provenienza acquario, ottica 100x 1,30 pzo tecnica del contrasto di fase positivo – uso complesso del software per estrapolazioni informazioni di superficie per lo studio morfologico del soggetto, acquisizione aree differenziate a colori per valutazione fisiologica della trama batterica;

6 - diatomea – provenienza acquitrini di origine naturale, località Fiumedinisi, contrasto di fase positivo – ottica 40x pzo – tecnica complessa computerizzata con messa in evidenza organuli interni e morfologia complessiva ben delineata;

7 - elitra coleottero – tecnica dello schiarimento chimico – tecnica in chiaro, ottica lomo apo 10x 0,30

8 - elitra coleottero, tecnica dello schiarimento chimico – colorazione chimica – ottica 20x 0,40 contrasto di fase pzo;

9 - cristalli di sodio bicarbonato – tecnica della polarizzazione – ottica 16x apocromatico.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Internet e Tecnologia






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839