AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Tradizioni > FESTA DELLA SPERANZA

 domenica 26 giugno 2011

BRIGA SUPERIORE – MESSINA

FESTA DELLA SPERANZA

di Flavia Vizzari


alt

Si è svolta, sabato 25 giugno 2011, a Briga superiore la Festa della speranza.

Briga superiore è una frazione collinare della prima circoscrizione del comune di Messina, distante circa 16 km a sud dal centro cittadino, danneggiata anch’essa durante l’alluvione dell’1 ottobre 2009, assieme a Giampilieri, Altolìa, Scaletta. L’associazione pro loco di Briga superiore, per mezzo del presidente Letterio Manganaro, ha deciso, in occasione del completamento di alcuni lavori di consolidamento del territorio danneggiato durante il tragico evento trascorso, di organizzare la Festa della speranza, al fine di far conoscere meglio ai messinesi il borgo e di trasmettere un messaggio positivo di rinascita che ne rivalorizzi e recuperi il territorio, molto ricco in sé, ma anche bisognoso di rivalorizzazione e di salvaguardia non soltanto per le abitazioni, ma anche per le numerose testimonianze del passato e di forme d’arte presenti in esso, come ad esempio i pezzi antichi, che fanno parte del museo, di oggetti sacri, che necessiterebbero di una più ottimale sistemazione e fruibilità per la cittadinanza.

La festa è stata incentrata su dei percorsi storico-culturali che hanno permesso ai visitatori la fruibilità delle piazze e dei vicoli che sono stati, per l’occasione, attrezzati seguendo alcune tematiche.

È stato, per chi è giunto a Briga superiore per l’occasione, come visitare un museo all’aperto e godere, al tempo stesso, del fascino della natura incontaminata, circondata dal profumo e dalla musicalità della natura e dalle forme più svariate dell’arte antica e moderna: dai ricami delle anziane del borgo, che ne hanno adornato i balconi, così alle forme di arte moderna di alcuni artisti della provincia che hanno preso parte a quest’evento festoso e simbolico. Varie, dunque, le possibilità che sono state offerte ai visitatori, che sono stati guidati a visitare le vie centrali del paese, la Chiesa, il campanile, il museo d’arte sacra, ma anche ad ascoltare recite in piazza di alcuni poeti messinesi, o per il concerto che si è tenuto, in serata, in chiesa con il maestro Michele De Luca.

Ci auguriamo che l’evento possa aver suscitato negli animi un risveglio del desiderio di riscoperta e rivalorizzazione del nostro passato, nonché la speranza di trasformare, pacificamente e festosamente, per mezzo di un maggiore impegno, l’evento negativo e devastante dell’alluvione, in una rinascita e rivalorizzazione del territorio.

Alcuni abitanti del piccolo villaggio e i soci dell’associazione pro loco di Briga superiore, durante la manifestazione, hanno partecipato, attivamente, in segno di ospitalità verso tutti coloro che hanno aderito a questa iniziativa festosa.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Tradizioni






 
Sostenitori
 
 
© 2011/21 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839