Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Camelot > CERCANDO IL GRAAL (VIDEO)

 domenica 11 novembre 2012

CENTRO DIURNO CAMELOT – MESSINA

CERCANDO IL GRAAL (VIDEO)

di Matteo Allone


alt

Si è svolto il 23 ottobre u.s., nel Salone dei Cavalieri di “Camelot”, al Centro Diurno del Modulo Dipartimentale Salute Mentale Messina nord, l’evento Cercando il Graal, organizzato in sinergia con l’Associazione “Il Gabbiano”. Il tema della ricerca del Graal è, per gli utenti e gli operatori di Camelot, l’essenza stessa di un modello di cura, che mette il “Sé” al centro ed al fine di tutto.

Un’unica ricerca indicata in tutti i miti e in tutti i simboli. È il “Sé” che si cerca attraverso tutte le cose. E in questa ricerca si corre dappertutto, mentre il Graal è qui, vicinissimo, basta aprire gli occhi. È questa la scoperta del Graal nella sua verità ultima” – H. Le Saux-Abhishktananda, Diario spirituale, ed. Mondadori, 2001.

Camelot, come luogo del “qui” ed “ora”, che è stato, anche, il luogo della follia: ex cucina dell’ospedale psichiatrico “Lorenzo Mandalari”, del celato, dell’assenza della ricerca di senso, accoglie la mostra dell’illustratore Maurizio Gemelli, che vuole evocare ed entrare in risonanza con i temi del valore, del coraggio, della lotta, della capacità e del desiderio d’inseguire un sogno, cercando di realizzarlo attraverso un percorso che, al di là della meta, rappresenta di per sè il tesoro da scoprire. Cercando il Graal accompagnerà i processi di trasformazione delle coscienze; sarà il filo conduttore di pensieri ed azioni che cercheranno di organizzare momenti creativi di rinnovamento interiore, in un momento storico di profondo disagio esistenziale e di evidente crisi dei valori etici ed estetici.

Ora, tutto dipende dall’uomo; nelle sue mani è posta una mostruosa potenza di distruzione e il problema è di sapere se egli sarà capace di resistere al desiderio di usarla e sarà capace di domarla, valendosi dello spirito dell’amore e della saggezza. Con la sua sola forza sarà, difficilmente, capace di farlo. Egli ha bisogno, perciò, di un ‘difensore’ in cielo, che determina la ‘guarigione’ e la trasformazione dell’uomo” – C.G. Jung, Risposta a Giobbe, ed. Il Saggiatore, 1965.

Presenzieranno all’inaugurazione Matteo Allone, dirigente responsabile del Centro Diurno, e Maria Froncillo, presidente dell’Associazione “Il Gabbiano”.

I quadri della mostra sono a maggioranza tematica sul medioevo e il fantastico. L’obiettivo è accompagnare lo spettatore lungo il percorso della ricerca del Graal, inteso come percorso di vita.

La mostra vuole essere un momento d’incontro tra persone, un luogo in cui confrontare conoscenze e idee e motivare alla riflessione. In tale contesto, l’immagine deve essere motivo di discussione, spunto sul rapporto tra noi e gli altri.

Cavalieri, combattenti, persone con grande forza interiore che celebrano la vita. È questo il mondo ritratto nelle opere. Tecnicamente, nei quadri si può notare la ricerca del particolare, gli studi anatomici e la passione per la storia. Tutte le opere pongono la figura umana al centro dell’azione.

Essendo un illustratore, Maurizio usa una grammatica della figura fruibile a tutti; l’immagine dà, quindi, messaggi universali (vedi il video).


 


Altre Notizie su

Sociale > Camelot






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839