Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Sport > L’ACR MESSINA NON DECOLLA IL CITTÀ DI MESSINA SCATTA CON NATURALEZZA

 mercoledì 10 ottobre 2012

LA PARTITA IN NOVE SCATTI

L’ACR MESSINA NON DECOLLA IL CITTÀ DI MESSINA SCATTA CON NATURALEZZA

di Domenico Interdonato


alt

I primi sei turni del campionato di serie “D” girone I ancora non producono il vero padrone; sono in tanti a pochi punti e, all’orizzonte, ancora non si vede lo squadrone,che dominerà il campionato. L’ACR ha schierato la formazione (come domenica a Paola), ma il prodotto non è cambiato: i due fuoriclasse Leon (fantasista all’esordio) e Corona (attaccante) non sono riusciti a dare la giusta impronta al campionato.
L’esordio del rifinitore Leon è stato positivo, ma l’intera squadra non si è espressa al massimo. I fattori? Li dovrà studiare e risolvere il mister Catalano. Purtroppo, il campionato non aspetta e la piazza è esigente: lo dimostrano i cinquemila tifosi presenti al
San Filippo, in occasione del derby con il Città di Messina.
Si dice che la calma sia la virtù dei forti, quindi.. 'calma e gesso', limitando le  ammonizioni e, in particolare, le espulsioni, in un campionato che si deve vincere; l’aspetto disciplinare è molto importante e qui deve entrare in gioco, ancora, l’opera del Mister.
Il fantasista Leon dovrà far lievitare il tasso tecnico del team bianco-scudato; l’honduregno, sicuramente, riuscirà a portare a termine la missione. I tifosi si augurano con largo anticipo e con adeguato distacco dalla seconda in classifica.
Per adesso, si segna il passo con un secondo posto; in testa c’è il Vallo della Lucania “Gelbison”, visto che il Cosenza è caduto al Giovanni Celeste con tre 'scoppole' giallorosse del Città di Messina.
Il CdM è un team “piccolo”, ma temibile, che produce un gioco “di corsa”. Con loro niente distrazioni e mai sottovalutarli, perché sono capaci di produrre chicche
uniche, come il calcio di punizione di Giardina, che tradotto vuol dire vittoria per la gioia del Mister Rando e del presidente Conti Nibali.
I tifosi ospiti presenti nella tribunetta Valeria, erano venuti a Messina ricordando l’antico gemellaggio e la 'sempre' viva ospitalità peloritana, ma purtroppo, per loro son dovuti tornare a casa tramortiti, ma contenti di aver visto una bella partita di calcio.
L’ACR domenica in casa ospiterà il Paternò “Comprensorio Normanno”, mentre il Città di Messina si recherà a Ragusa. Avanti piano, ma concentrati per ottenere il massimo.


 


Altre Notizie su

Notizie > Sport






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839