Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Associazionismo > UN INCONTRO PER RICORDARE IL GIUDICE ROSARIO LIVATINO

 sabato 29 settembre 2012

BROLO – MESSINA

UN INCONTRO PER RICORDARE IL GIUDICE ROSARIO LIVATINO

di Redazione


alt

Per ricordare la limpidissima figura del giudice Rosario Livatino, nel 22° anniversario della sua morte, si è svolto a Brolo, in provincia di Messina, domenica 23 settembre u.s., presso l’Auditorium “Nino Milone”, l’incontro sul tema: Rosario Livatino: “Testimone di speranza nella fede”.

L’iniziativa, organizzata e autofinanziata da tutti i soci dell’Associazione di Cultura e Solidarietà “Raggio di Sole”, di Brolo, ha visto la presenza di un vasto pubblico costituito, tra gli altri, da rappresentanti delle istituzioni, autorità civili e militari. Patrocinata dall’Associazione Nazionale Carabinieri, sez. di Capo d’Orlando, e dal Movimento Nuova Presenza “G. La Pira, di Messina, è riuscita a trasmettere, ai presenti, il valore della vita esemplare del giudice Livatino, una vita di grande rigore morale, spesa per la riaffermazione della legalità, rendendo omaggio al vissuto di profonda fede del giovane magistrato.

In apertura dell’incontro è stato eseguito l’Inno Nazionale per esprimere il ricordo di una figura eroica per tutta la Nazione. Successivamente, è stato presentato il canto dal titolo: L’alba nuova un dì verrà, a lui dedicato, il cui testo è del poeta Rosario La Greca, fondatore dell’Associazione “Raggio di Sole”. A seguire, la proiezione del filmato sull’avvio del processo di beatificazione del giudice.

L’incontro è stato moderato dall’avv. Manuela Varrica, giornalista e vicepresidente dell’Associazione “Raggio di Sole” e ha avuto, come relatore, don Stefano Brancatelli, sacerdote della diocesi di Patti, che, con un pregevole intervento, ha toccato il fitto rapporto dell’uomo di legge con la fede cattolica, arrivando, poi, al “testamento” morale e spirituale, che Rosario Livatino ha lasciato nella società odierna.

Nel corso della manifestazione è stato consegnato il Premio “Testimoni di legalità”, un riconoscimento che viene assegnato dall’associazione a personalità, rappresentanti delle istituzioni e associazioni, che si sono distinti per l’impegno profuso nel promuovere e diffondere la cultura della legalità.

Quest’anno il premio è stato conferito all’ing. Gaetano Sciacca, ingegnere capo dell’Ufficio del Genio Civile, di Messina.

La serata non poteva che concludersi con il saluto dei soci dell’associazione e i presenti davanti alla stele eretta a Brolo, in via Principi Lancia, in memoria del giudice che si prodigò fino alla fine, per dare alla legge un’anima.

Un uomo dall’integrità, mai, ostentata, che si affidava, unicamente, a una sigla: STD, ovvero, “Sub Tutela DeiSotto lo sguardo di Dio”.


 


Altre Notizie su

Sociale > Associazionismo






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839