Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Sport > CON UN SECCO 2-0 LIQUIDATI I CUGINI DELL’ACIREALE

 mercoledì 5 settembre 2012

STADIO SANFILIPPO – MESSINA

CON UN SECCO 2-0 LIQUIDATI I CUGINI DELL’ACIREALE

di Domenico Interdonato


alt

Le sensazioni positive, avute la scorsa domenica, sono state confermate e tutte le componenti, che ruotano attorno all’Acr Messina, cominciano a girare per il verso giusto. Ancora, una vittoria con un secco 2 a 0, che non lascia scampo ai cugini dell’Acireale; i due colpi sono stati sparati dai soliti noti Cocuzza e Corona, che, dopo rapidi scambi, hanno bucato la difesa granata acese, due fulmini che hanno acceso il tifo peloritano, oltre tremila gli spettatori sugli spalti. Unica nota dolente l’esiguo numero di paganti a dimostrazione, perché a Messina la ‘lingua portoghese’ non è stata dimenticata, neanche in serie “D”. La dirigenza deve stoppare sul nascere questi comportamenti antisportivi, che tolgono ossigeno alla società, per evitare, così, di trovarsi a fronteggiare ‘dopo’ le schiere dei non paganti.

La formazione vista in campo era l’espressione massima del momento. Senza Leon, il mister, Gaetano Catalano, ha schierato un tris in attacco con il fattore “C” Corona, Cocuzza e Croce (bello l’assist del secondo gol), certo un pochino azzardato, però, efficace e poi, a centrocampo, si è notato l’inserimento dell’esordiente Maiorano e di Bucolo, ottimi nel ricucire e nel rilancio. Nelle retrovie, i giovani terribili del Messina non hanno fatto sentire la mancanza del titolare Ignoffo; buona la prova al centro di Caiazzo, che ha dimostrato padronanza e una certa disinvoltura nei movimenti. Il direttore di gara Salvatore Guarino di Caltanissetta si è mosso bene ed è stato, sempre, presente nel vivo del giuoco; da notare qualche incomprensione con l’assistente lato tribuna, ma, alla fine, ha svolto, in maniera egregia, il proprio compito.

Adesso, la società deve concentrarsi nel far serrare i ranghi a tutti, compreso il fuori categoria Leon, in attesa del permesso di soggiorno, che si spera di avere disponibile, per la prima trasferta stagionale di domenica prossima, a Noto.

Nel programma stilato dalla società nulla deve essere lasciato al caso, come per esempio l’acquisto di ulteriori pedine di qualità, che contribuiscano a far lievitare il (già buono) tasso tecnico del team giallorosso, perché, negli ultimi anni, si è solo perso tempo con le chiacchere.

Oggi, i tifosi riescono a coniugare, soltanto, il verbo VINCERE e in tutti i modi. Il resto non conta.


 


Altre Notizie su

Notizie > Sport






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839