AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Recensioni > CATERINA MORABITO – POETESSA DEI SENTIMENTI E DELL’AMORE

 mercoledì 12 settembre 2012

DALLA SILLOGE CANTO D’AMORE

CATERINA MORABITO – POETESSA DEI SENTIMENTI E DELL’AMORE

di Antonio Cattino


alt

Caterina Morabito è una delle più significative presenze della poesia messinese, dalla seconda metà del 1900 e dell’inizio degli anni 2000. Vive a Messina dove è stata, nella sua vita lavorativa, dirigente amministrativa della prefettura, ricoprendo, anche, importati incarichi di coordinamento. Laureata in scienze dell’educazione, è dotata di una notevole cultura umanistica e letteraria. È socia, tra l’altro, dell’Accademia Tiberina di Roma, è stata insignita di varie onorificenze fra cui i titoli di “Cavaliere della Repubblica” ed “Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana”.

Caterina Morabito è di carattere schivo e riservato, e dalle sue liriche traspare una forte tensione interiore, in cui trovano posto i sentimenti dell’amore, dell’amicizia e della nostalgia, del tormento esistenziale, sempre, teso alla speranza di una vita e di un mondo migliore, in una visione, quasi sempre, onirica e sognante, espressa con l’uso raffinato della metafora poetica, che imprime, alle sue poesie, un timbro personalissimo di grande liricità.

Dalla silloge CANTO D’AMORE, la lirica:

“FUOCO, LUSINGA”

Sogno
E corro, corro rompendo il vento.
Apro orizzonti e confini e cieli
disseminando nuvole nell’Universo
in amplessi e profumi d’aria.

E sono fuoco,
lusinga trasfigurata
senza più corpo
né voce, nome o età, né luogo o tempo,
mentre volteggio in melodie
di pianoforti e violini,
e sono Amore infinito nell’Infinito.

Perché mi svegli?
Ora, stanziale, smemora la notte
il pensiero di te
e ritrovo affranto, l’illuso mio cuore.

Caterina Parisi


Caterina, nella sua lunga e feconda produzione poetica, ha vinto numerosissimi premi, ricevendo, anche, attestazioni e menzioni d’onore, vincendo diverse volte il prestigioso Premio Rhegium Julii, di cui l’ultimo, nell’edizione del 2011, con diritto di pubblicazione di una silloge poetica Canto d’Amore, a cura dello stesso Rhegium Julii, composta da 50 poesie. Oltre che nella poesia, Caterina Morabito, che, per un certo tempo, ha utilizzato lo pseudonimo di “Caterina Parisi”, ha un suo impegno nella produzione di favole e racconti, ispirate dagli antichi miti dello stretto di Messina, dei personaggi della storia e della leggenda di Messina e della Sicilia in generale. Questa è una parte della sua produzione letteraria, che risente molto del suo radicamento nella città di Messina e del desiderio suo di trasmettere, alle giovani generazioni, la koinè storico-culturale della comune terra madre. Le sue poesie sono presenti in diverse riviste letterarie ed antologie nazionali.

In conclusione ritengo che si possa considerare Caterina Morabito una delle icone della poesia contemporanea messinese, la poetessa che canta dei sentimenti e dell’amore, portando un messaggio universale che è quello dell’afflato delle anime teso alla ricerca ed alla ricomposizione di un equilibrio d’amore che deriva dalla comune appartenenza all’infinito “Universo”, in un disegno di nascita, morte e rinascita nel ciclo che Lei fa proprio supportata dalla fede cristiana.

Io stesso, mi onoro di esserLe amico, da qualche anno, e di condividere la stessa passione per la poesia, per la storia e le tradizioni di Messina e della Sicilia, nonché, di aver potuto fare tesoro dei suoi commenti alla mia modesta produzione poetica, dei suoi consigli e delle sue osservazioni.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Recensioni






 
Sostenitori
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839