Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Associazioni > INTERVISTA AL RETTORE PROF. TERESA RIZZO

 lunedì 6 agosto 2012

ACCADEMIA INTERNAZIONALE “AMICI DELLA SAPIENZA”

INTERVISTA AL RETTORE PROF. TERESA RIZZO

di Pasquale Ermio


alt

Ci accoglie, con consueta cortesia, Teresa Rizzo, docente presso l’Istituto Statale d’Arte, pittrice a firma Artese, poetessa e critico d’arte, laureata in “Materie letterarie” e in “Psico-pedagogia”, insegnante di “Scienze della comunicazione”, presso l’Università T.E. di Messina.

Prof. Rizzo, Lei è rettore dell’Accademia Internazionale “Amici della Sapienza”. Ci spiega di cosa si tratta?
“È un’associazione culturale onlus, con sede a Messina, nata come circolo culturale privato, nel 1967, da Nunzio Giordano Bruno e che ha, al suo attivo, varie collaborazioni con l’ambiente universitario e prestigiose personalità, cito Quasimodo e Pugliatti, per brevità. Nel ‘94 mi fu affidato il ruolo di rettore, credevo si trattasse di un onore, poi, mi accorsi quanto fosse, anche, un onere impegnativo, ma ne risollevai le sorti, attraverso modifiche al regolamento, reso più moderno e democratico, e costituendo una onlus, affidando cariche di volontariato, privilegiando la solidarietà e dando maggiore spazio all’arte e alla poesia. Chi cerca di promuovere l’arte deve operare una selezione di artisti, in base alle loro capacità, ma anche, ad un impegno riconosciuto. Ciò mi è possibile tenendo presente la differenza dei ruoli che ho di presidente, di critico d’arte e di poeta. Alcune nostre iniziative sono il salotto poetico-letterario, conferenze, anche, a carattere medico-scientifico, curate dal prof. E. Calbo, mostre d’arte, laboratori teatrali”.

L’accademia collabora volentieri con altre associazioni?
“Sì, vi è ampia apertura, con le prerogative del rispetto reciproco, di unità di intenti e comportamenti corretti, tendenti alla promozione e alla valorizzazione dell’arte senza prevaricazioni e speculazioni di sorta. Molte attività sono svolte con il patrocinio di istituzioni e di enti quali il comune e la provincia di Messina, le regioni Sicilia e Calabria, UNESCO e UNICEF”.

Come si pone l’accademia d’innanzi alle attività dei giovani?
“È aperta a soci di tutte le età e segue da vicino un premio di poesia rivolto ai giovani, in stretta collaborazione con varie scuole che realizzano tale progetto scolastico. Nella graduatoria finale si cerca di premiare, il più possibile, oltre i primi tre, per incoraggiare e invogliare i ragazzi a fare sempre meglio. Un altro premio è, invece, rivolto a personaggi, che, per note di cultura o di scienze, danno lustro alla nostra terra”.

Qual è il ruolo sociale dell’arte?
“L’arte è espressione di una determinata epoca ed ha un valore umano, sociale, storico, turistico, economico, culturale. La civiltà è cultura e questa misura il grado di civiltà”.

C’è qualche artista del passato di cui predilige le opere?
“Sì, due: Rembrandt e Caravaggio”.

Come nasce per Lei l’amore per l’arte e a che punto è lo stato attuale dell’arte, secondo la sua visione?
“Nasce durante i miei trascorsi d’insegnante di “Storia dell’arte”. Noto un miglioramento, spunti di riflessione, desiderio d’identità (anche, attraverso il dialetto), riscoperta e riappropriazione culturale, di valori, che sembravano persi come quelli della famiglia, religiosi e sociali, che costituiscono la vera ricchezza umana”.

Nell’arte conta, maggiormente, la creatività o la tecnica?
“Servono entrambe le cose. Però, non basta accostare dei colori o assemblare parole per fare arte, serve esprimere se stessi, il proprio sentire e il proprio essere, donare una parte di sé alla storia. L’artista o il poeta deve avere qualcosa da dire, deve sapere come dirlo e a chi. Il sentimento va supportato da una buona tecnica, anche se, come disse Papa Wojtyla, che ebbi l’onore di conoscere, l’Arte è un dono”.

Propositi e progetti per il futuro?
Migliorare le attività che svolgiamo, attraverso il rafforzamento di collaborazioni, di scambi e di promozioni culturali con varie accademie e associazioni, aventi sede, nel particolare, in Calabria, in Sicilia e a Roma.
“Di recente l’“Accademia Internazionale “Città di Roma”, per la quale ho scritto diverse critiche letterarie e artistiche, inserite nella loro antologia d’arte contemporanea “La Luce e i colori dell’anima”, mi ha consegnato, a Ragusa Ibla, un premio alla carriera e alla professionalità. Ciò è motivo di soddisfazione personale. Per l’accademia – confida – spero di trovare qualche personalità di prestigio che possa assumerne la presidenza”.


 


Altre Notizie su

Sociale > Associazioni






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839