Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Istruzione > PROGETTO LE(G)ALI AL SUD

 mercoledì 4 luglio 2012

ISTITUTO COMPRENSIVO “PAINO-GRAVITELLI”

PROGETTO LE(G)ALI AL SUD

di Mariagrazia Tripodo


alt

Si è concluso il PON Le(g)ali al SUD 2010/2012 dell’istituto comprensivo n. 11 “Paino-Gravitelli” di Messina.

Il PON biennale Le(g)ali al SUD ha avuto, come enti partner, l’Agesci e l’Associazione “InMedia Onlus”, di Villafranca Tirrena (ME).

La dott. Mariagrazia Tripodo, educatore dell’Associazione “InMedia Onlus” e collaboratrice del Centro per lo Sviluppo Creativo “Danilo Dolci”, di Palermo, insieme alla dirigente G. Prestipino e agli insegnanti tutor del progetto prof. Anna Trovatello; prof. Grazia Lauria e prof. Mariella Di Pietro, hanno predisposto e proposto un percorso ricco di iniziative ed incontri con le istituzioni della nostra città concludendo i lavori con il gemellaggio dell’istituto comprensivo “Vanni” di Viterbo. Nel progetto sono stati coinvolti gli alunni della scuola secondaria di primo grado proponendo loro attività laboratoriali di tipo esperenziale e non-formale per la promozione della nonviolenza e l’educazione alla legalità.

La legalità, come la pace, non si studia solo sui libri, ma s’impara e si pratica, anche, e forse, soprattutto, nel quotidiano.

La cultura della nonviolenza e delle sue enormi possibilità è, ancora, in gran parte sconosciuta e accostarsi a delle personalità come quella di Danilo Dolci, che hanno contribuito e, ancora, contribuiscono, attraverso il loro esempio e le loro opere, al diffondersi della metodologia nonviolenta e della legalità nella nostra Sicilia, è stato il punto di partenza del progetto.

Danilo Dolci, figura di grandissimo rilievo per la cultura italiana, com’è noto dalle molteplici vocazioni intellettuali, educative, sociologiche, filosofiche e poetiche, proposto più volte al premio Nobel per la pace, può essere definito come “l’educatore della domanda”, cioè colui che innesta tutta l’azione formativa e dell’apprendimento sul chiedere, sull’esplorare, sul “tirar fuori” dall’esperienza di ciascuno e sul creare insieme.

Proprio dal “tirar fuori” ciascun ragazzo, attraverso l’interrogarsi e l’ascolto reciproco, ha avuto modo di allargare il proprio punto di vista a partire dalla capacità di utilizzare, in maniera costruttiva, le domande.

Per approfondire le tematiche affrontate agli studenti è stata data la possibilità di visitare i luoghi in cui Danilo Dolci ed i suoi collaboratori hanno svolto le principali attività (Trappeto, Diga dello Jato, Centro Educativo di Mirto), incontrare il prof. Amico Dolci, attuale presidente del Centro per lo Sviluppo Creativo, di Palermo ed entrare nella Casa Memoria di Felicia e Peppino Impastato di Cinisi (PA).

Nell’ambito del progetto è stato, anche, creato un gruppo su Facebook chiamato “Laboratori maieutici per educare alla legalità”, sottoforma di “piattaforma multimediale”, nella quale sono state approfondite le tematiche trattate durante gli incontri. I ragazzi hanno avuto modo di trarre un “inaspettato” aspetto formativo di Facebook e sono stati stimolati dall’esperto all’uso responsabile del social network in questione.

La creazione di un prodotto multimediale, che potesse sintetizzare l’intero progetto e far emergere come la legalità sia una questione di cultura da recepire ed applicare nel quotidiano, è stata l’ultima fatica dei ragazzi del PON. Coordinati dall’esperto, Fabrizio Scibilia, con la supervisione della prof. Enrica Le Donne e la collaborazione di alcuni genitori ed alcuni servizi commerciali della città, gli studenti hanno simulato “spaccati” di legalità quotidiana.

Nel mese di maggio la conclusione del progetto è stata caratterizzata dall’incontro dei ragazzi dell’istituto cittadino con i “colleghi” di Viterbo. La cerimonia di gemellaggio si è svolta con la presentazione dei lavori ai dirigenti scolastici dei rispettivi istituti e del prefetto di Viterbo.


 


Altre Notizie su

Sociale > Istruzione






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839