AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Salute e Benessere > Sostituita valvola aortica attraverso l’arteria carotidea con paziente sveglio

 mercoledì 7 agosto 2019

CHIRURGIA

Sostituita valvola aortica attraverso l’arteria carotidea con paziente sveglio

di Redazione


alt

La valvola aortica, quasi chiusa, è stata sostituita con una protesi che, per la prima volta in Italia, è stata impiantata attraverso l’arteria carotidea. L’intervento, su un paziente di 53 anni in attesa di trapianto di rene, all’Ospedale Molinette di Torino. I tanti anni di dialisi avevano rovinato le arterie periferiche dell’uomo, rendendo impossibile passare dalla femorale della gamba, tecnica ormai tradizionale. È stato, così, deciso l’intervento attraverso il collo, al paziente sveglio, grazie all’anestesia locoregionale. Dopo 50 minuti di intervento, il paziente è stato trasferito in reparto senza passaggio in terapia intensiva. Dimesso dopo tre giorni, può ora aspettare un rene nuovo.

L’intervento è stato effettuato dalle équipe coordinate dal prof. Mauro Rinaldi, direttore di Cardiochirurgia universitaria, e dal professor Gaetano Maria De Ferrari, neo-direttore della Cardiologia universitaria (appena arrivato dal Policlinico di Pavia) dell’ospedale Molinette. Coinvolti, in particolare, i cardiochirugi, dott. Stefano Salizzoni e dott. Michele La Torre, i cardiologi interventisti, dott. Maurizio D’Amico e dott. Federico Conrotto, e il chirurgo vascolare, prof. Fabio Verzini. L’intervento è stato possibile anche grazie alla tecnologia fornita dalla nuova Sala ibrida delle Molinette di Torino. Questo innovativo intervento, inventato recentemente a Lille, in Francia, apre nuove strade verso il trattamento delle patologie cardiache e vascolari permettendo di curare sempre più pazienti. Infatti, da un recente articolo i risultati della TAVI trans-carotidea comportano meno ictus e meno complicanze vascolari rispetto alla tecnica tradizionale.


 


Altre Notizie su

Sociale > Salute e Benessere






 
Partner
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839