Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > Messina – Si è concluso il meeting “Sviluppo sostenibile nella città dello Stretto. È possibile?”

 martedì 11 giugno 2019

SALONE DEGLI SPECCHI

Messina – Si è concluso il meeting “Sviluppo sostenibile nella città dello Stretto. È possibile?”

di Redazione


alt

“Dobbiamo essere noi a cambiare e a volere un futuro sostenibile, soltanto se tutti lo vogliono possiamo cambiare veramente le cose, e se facciamo rete il cambiamento si realizzerà prima”, lo ha sostenuto l’arch. Serena Gualtieri, presidente nazionale FICLU – Federazione Italiana delle Associazioni e Club per l’Unesco. L’appuntamento di fine primavera per celebrare la “Giornata mondiale dell’Ambiente” è stato organizzato a Messina, nel salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni. Il convegno “Sviluppo sostenibile nelle città dello Stretto. È possibile?”, è stato organizzato dal Club per l’Unesco di Messina, in sinergia con altri Enti e Associazioni.Gli interventi iniziali sono stati aperti dai saluti della prof.ssa Santina Schepis, presidente Club per l’Unesco di Messina, e di Teresa Gualtieri, presidente nazionale Club per l’Unesco. La Schepis si è soffermata a salutare i relatori, gli ospiti, i partner e i rappresentanti delle istituzioni, che hanno permesso la realizzazione dell’evento. La presidente Gualtieri ha dichiarato: “Sulla convivenza delle identità si gioca lo sviluppo sostenibile, cercando di mantenere sempre la propria identità. I progetti si realizzano, facendo rete, con il dialogo e intessendo rapporti fattivi con le istituzioni”.

Il primo relatore è stato l’ing. Francesco Cancellieri, presidente dell’Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina ONLUS, il quale ha trattato l’argomento della “Macchia mediterranea per educare alla sostenibilità e alla partecipazione”. Pippo Previti, presidente della Fondazione Antonello da Messina, e figura di spicco nel volontariato attivo, si è soffermato a tracciare le linee del “Turismo e della Cultura sostenibili”, con interessanti voli pindarici che hanno trasportato tutti nelle sue iniziative svolte negli anni come amministratore e come volontario. Giovanni D’Arrigo, presidente del Circolo Legambiente dei Peloritani, ha concluso il meeting trattando l’argomento sulla carente “Valorizzazione e promozione dei Beni Culturali e naturali” del nostro territorio. L’evento è stato moderato da Domenico Interdonato, direttore del “Polo Didattico della Sicilia” Unitelma Sapienza sede di Messina.

Il convegno si è perfettamente inserito nelle tante iniziative dell’Unesco che hanno attenzionato; le Riserve della Biosfera, i Geoparchi i siti naturali del Patrimonio Mondiale, con l’obiettivo di far riflettere sui temi della sostenibilità e dell’ambiente, peri fare acquisire maggiore consapevolezza e conoscenza, a partire dal proprio luogo di appartenenza, per proiettarsi su tutto ciò che ci circonda. L’importanza del rispetto ambientale parte sempre dal singolo sul proprio territorio e si protrae con il supporto di operatori, Enti e Associazioni in un comune afflato per la salvaguardia, la tutela del bene comune. La cura per l’ambiente è indispensabile alla vita dell’uomo, della natura, delle acque, degli animali e di tutte le creature del pianeta.Partner del meeting sono stati i seguenti Enti e Associazioni: Legambiente, Slow Food Valdemone, MASCI Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani, CEA ONLUS Centro Educazione Ambientale di Messina, Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea, Ramarro Sicilia di Messina, Kiwanis Antonello da Messina e UNITELMA Università Sapienza “Polo Didattico della Sicilia”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839