Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > FIADEL – Al sindaco De Luca: Richiesta incontro con i lavoratori cosiddetti esclusi dalla Messina Social City

 giovedì 6 giugno 2019

MESSINA

FIADEL – Al sindaco De Luca: Richiesta incontro con i lavoratori cosiddetti esclusi dalla Messina Social City

di Redazione


alt

In premessa, auspichiamo che i tantissimi impegni istituzionali, politici e amministrativi, non le tolgano il tempo per poter leggere la nostra richiesta, peraltro, condivisa e sottoscritta dagli ex lavoratori dei servizi sociali, i cosiddetti “Esclusi dal transito presso la Messina Social City”. Scriviamo per metterla al corrente del disagio vissuto dai lavoratori a causa della mancata condivisione da parte dei sindacati di una proposta unitaria per il loro transito presso l’Azienda, come da Lei richiesto, nel corso della riunione del 14 maggio 2019. Siamo fermamente convinti che i lavoratori non possono pagare il prezzo di uno scontro sindacale, coperto da un apparente inamovismo (attesa della pubblicazione della long list), mascherato da motivazioni che non hanno alcuna logica quali : “Non spetta al Sindacato fare delle proposte”.

Non possiamo sottacere che la FIADEL è stata l’unica Organizzazione Sindacale, preso atto dell’impossibilità di un’azione unitaria, a presentare al tavolo della concertazione una proposta tecnica che consente di salvaguardare i livelli occupazionali dei lavoratori impiegati nelle cooperative a diverso titolo (Sostituzioni, ex Casa Serena, legge 328), così come previsto delle due delibere del novembre del 2018, con le quali la Giunta e il Consiglio Comunale hanno approvato i criteri di transito nella Messina Social City degli operatori sopra citati. Le due delibere, dimostrano chiaramente la ferma volontà della Giunta da Lei presieduta e del Consiglio Comunale, di salvaguardare tutti i livelli occupazionali anche del personale utilizzato in tutti questi anni ed impegnato fino al passaggio del personale presso l’Azienda, 28 febbraio 2019.

Al riguardo, non riusciamo a comprendere i motivi per i quali, dopo il transito dei 510 lavoratori l’Azienda Messina Social City, non abbia provveduto alla predisposizione della apposita graduatoria riservata ai l sopracitati lavoratori e vorremmo anche capire i motivi per i quali la MSC ha pubblicato un bando per la redazione di una generica long list senza procedere in via prioritaria e obbligata alla salvaguardia dei precedenti livelli occupazionali delle sostituzioni storiche, ex Casa Serena e i lavoratori della 328, il cui elenco trasmesso in data 20.11.2018, al Dipartimento Politiche Sociali e sottoposto all’attenzione delle organizzazioni sindacali contiene sia gli operatori transitati ex art. 37, sia gli operatori in regime di sostituzione che hanno svolto e svolgevano da anni attività lavorativa (anche per integrare esigenze di servizio) fino al 28 febbraio 2019, giorno del passaggio del personale presso l’Azienda Speciale.

Tale elenco permette di ottemperare a quanto previsto nelle delibere di Giunta e di Consiglio comunale per quanto riguarda i criteri di transito. Non risultano trasmessi gli elenchi dei lavoratori impegnati (26 unità) nel servizio SADH finanziato con i fondi regionale (legge 328) cooperativa SOLCO, in quanto l’appalto è scaduto in data marzo 2018 e mai ripreso nonostante le promesse dell’Amministrazione Accorinti. Alla luce di quanto esposto, la FIADEL e gli ex lavoratori, Le chiedono di convocare i sindacati che hanno sottoscritto il Salva Messina e di valutare la proposta presentata ai tavoli nei giorni scorsi dalla FIADEL e che, ad ogni buon fine, viene con la presente riproposta. La predisposizione della graduatoria secondo quanto previsto dalle sopracitate delibere consentirà la graduale stabilizzazione dei lavoratori, nel rispetto del piano finanziario e del fabbisogno del personale dell’Azienda Messina Social City.Non possiamo, infine, sottacere che nei giorni scorsi, una giornalista della Gazzetta del Sud ha dichiarato che la proposta della FIADEL non è stata condivisa dai lavoratori. Le firme apposte dagli stessi, dimostrano che quanto affermato dalla giornalista Tiziana Caruso non corrisponde alla realtà. In attesa di un incontro, cogliamo l’occasione per porgerLe i cordiali saluti.

Gli ex lavoratori dei servizi Sociali

Fiadel – Clara Crocè


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839