Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Tirrenica > CONVEGNO DELLA FIDAPA DI VENETICO E DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE DI MESSINA: “IL DIRITTO ALLA FELICITÀ”

 sabato 9 aprile 2011

CASTELLO DI BAUSO A VILLAFRANCA TIRRENA – MESSINA

CONVEGNO DELLA FIDAPA DI VENETICO E DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE DI MESSINA: “IL DIRITTO ALLA FELICITÀ”

di Redazione


alt

Il 4 marzo scorso nella splendida cornice del Castello di Bauso, a Villafranca Tirrena, si è tenuto un interessante Convegno dal titolo “Il diritto alla felicità” organizzato dalla FIDAPA di Venetico e dall’Associazione Nazionale Forense di Messina.

Dopo il saluto della presidente della FIDAPA di Venetico Letizia Bonanno è intervenuto il sindaco di Villafranca prof. Piero La Tona e, a conclusione, la dott. Micaela Stagno d’Alcontres Marullo, delegata dell’Istituto Italiano dei Castelli, esprimendo apprezzamento per l’iniziativa svolta presso il Castello di Bauso.

La scelta del tema oggetto del convegno “Il diritto alla felicità” è un’idea che nasce dagli studi compiuti dall’avv. Ester Isaja sfociati in un contributo filosofico-storico-giuridico, pubblicato di recente, nella nuova edizione del Trattato breve dei nuovi danni, dalla casa editrice Cedam.

L’avv. Isaja, segretario dirigente dell’Associazione Nazionale Forense di Messina, ha preliminarmente evidenziato al suo pubblico che oggi è estremamente difficile declinare il concetto di felicità e collegarlo al diritto, benché nella nostra Costituzione ci sia il riferimento al “pieno sviluppo della persona umana” (che è proprio il diritto alla felicità) ed ha sottolineato che le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, nelle note sentenze gemelle dell’11 novembre 2008, hanno definito il diritto alla felicità “un’idea del tutto immaginaria”.

Certamente una maggiore attenzione all’uomo con il suo patrimonio di interiorità, di affettività, di aspirazioni e di sogni, a parere dell’avv. Isaja, non può che condurre al riconoscimento del diritto alla felicità come diritto fondamentale e costituzionalmente protetto. Conseguenza di ciò sarà la tutela in tutte le situazioni in cui il diritto alla felicità venga leso nelle infinite, possibili, personalissime diversificazioni.

Riconoscere apertamente e con convinzione l’esistenza del diritto alla felicità è vero segno di civiltà e di rispetto nei confronti dell’essere umano, ma è anche un lavoro arduo.

Convincere sul punto è proprio il difficile compito del giurista, compito al quale l’avv. Ester Isaja non si è sottratta nella consapevolezza che il diritto alla felicità sia meritevole di tutela in quanto diritto innato, fondamentale, unico e speciale.

L’evento è stato accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina ai fini della formazione continua degli avvocati.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Tirrenica






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839