Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Associazionismo > INCIDENTE MORTALE: ALLA GUIDA CON UN TASSO ALCOLICO ELEVATO ED AD ALTISSIMA VELOCITÀ, MA NON FARÀ UN SOLO GIORNO DI CARCERE

 martedì 10 aprile 2012

TRIBUNALE DI PALERMO

INCIDENTE MORTALE: ALLA GUIDA CON UN TASSO ALCOLICO ELEVATO ED AD ALTISSIMA VELOCITÀ, MA NON FARÀ UN SOLO GIORNO DI CARCERE

di Redazione


alt

Il gup Vittorio Anania, del tribunale di Palermo, ha accolto, il 3 aprile scorso, una richiesta di patteggiamento con il consenso del pm Ennio Petrigni, ritenendo congrua la pena finale di anni 1 e mesi 11, addirittura, con la sospensione condizionale della pena e le attenuanti generiche, nonostante, il manifestato vivo dissenso dei familiari superstiti e dell’AIFVS, ammessi come parte civile.

L’AIFVS prova sconcerto di fronte a sentenze che non riescono più ad interpretare le esigenze di giustizia della società civile e, per contrastare il fenomeno di delegittimazione della giustizia, pubblicherà un libro bianco che raccoglierà sentenze ingiuste e scritti in atti giudiziari intollerabili.

La medesima chiede, altresì, al ministro della giustizia d’intervenire imponendo il senso di responsabilità ai pubblici ministeri ed ai magistrati nelle pronunce contro la criminalità stradale, ed al presidente del consiglio di emanare, senza ritardo, un decreto-legge che inasprisca le pene e riduca la distanza tra il minimo ed il massimo con riferimento all’Art. 589 c.p., in relazione all’omicidio colposo, specialmente, nei confronti di soggetti che guidano in modo azzardato e temerario e, così, garantisca subito la congruità della pena rispetto al bene giuridico costituzionalmente protetto della vita in tema di circolazione stradale.


 


Altre Notizie su

Sociale > Associazionismo






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839