AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Nebrodi > Montalbano Elicona – Conferenza mondiale sui “Megaliti di Sicilia”. Ottenere il riconoscimento Unesco all’Argimusco

 lunedì 29 ottobre 2018

PERCORSO PROGETTUALE

Montalbano Elicona – Conferenza mondiale sui “Megaliti di Sicilia”. Ottenere il riconoscimento Unesco all’Argimusco

di Domenico Interdonato


alt

Siamo sicuri che la candidatura di Montalbano Elicona sia forte perché è riuscita a coinvolgere tutti i comuni vicini, le associazioni e le altre istituzioni, aspetto fondamentale per presentare una proposta vincente”. A dirlo Raymon Bondin, componente della commissione nazionale Unesco Malta, durante la conferenza stampa conclusiva del meeting mondiale patrocinato dall’Unesco al Castello di Montalbano Elicona promosso dell’Icahm e dall’Icomos (comitato scientifico della commissione Unesco). All’evento, hanno aderito studiosi di 32 Paesi del mondo che, tra l’altro, analizzeranno e discuteranno sull’Argimusco per poi valutare se inserirlo nella lista dei siti, che possono essere candidati a diventare patrimonio dell’umanità. “Il sito dell’Argimusco è il fulcro di una parte della Sicilia, con un panorama unico e senza barriere, che spazia dall’Etna, alla Rocca di Novara, a Capo Milazzo, alle Isole Eolie e alle spalle il bosco di Malabotta, certo ci sono delle pale eoliche, che alterano parzialmente il paesaggio, ma incidono in minima parte.

L’iter sarà lungo, ma i megaliti di Sicilia possono ambire al riconoscimento Unesco. Aggiungo un grazie di cuore per la grande ospitalità siciliana”. Lo ha affermato in conferenza stampa il presidente dell’ICAHM John Peterson. Sulla possibilità di far entrare Montalbano Elicona nei circuiti dei siti turistici è intervenuto il segretario generale dell’Autorità portuale di Messina Ettore Gentile: “Ogni anno 365.000 croceristi arrivano a Messina e sono sempre più esigenti e vogliono avere la possibilità di scegliere tra percorsi sempre nuovi e accattivanti per le loro escursioni. Il nostro obiettivo è quello di far visitare loro la città peloritana, ma anche di valorizzare i borghi come Montalbano Elicona. Abbiamo già creato, percorsi mirati che permettano ai turisti di vistare questo comune e l’Argimusco”. “Lo stesso – prosegue Gentile – stiamo facendo con gli yacht di lusso che approdano a Milazzo e rappresentano quel target di turisti che chiedono di vistare siti d’eccellenza e tra questi inseriremo Montalbano. Le compagnie confermano l’assoluta soddisfazione nei confronti di Messina e provincia. Ciò non ferma però il nostro impegno a migliorare l’accoglienza del Porto e della Città”. Durante il meeting al Castello di Montalbano Elicona, si è discusso anche di “Messina e la sua Città Metropolitana: arte, artigiani ed eccellenze e il presidente di Confcommercio Messina, Carmelo Picciotto, dopo aver presentato insieme alla delegata dell’associazione per l’evento, Sabrina Assenzio, i prodotti tipici di diversi imprenditori dell’enogastronomia del territorio siciliano, è intervenuto illustrando il progetto “Mirabilia” che servirà a promuovere anche l’Argimusco qualora dovesse essere inserito tra i siti Unesco.

Il percorso progettuale di Mirabilia – ha detto Picciottointende promuovere al turismo italiano e internazionale, attraverso le Camere di Commercio partner, con un’offerta turistica integrata dei siti Unesco ‘meno noti’, che renda visibile e fruibile il collegamento tra territori turisticamente, culturalmente e artisticamente accomunati dal riconoscimento Unesco con l’obiettivo di incrementare l’attività promozionale e la riconoscibilità presso il grande pubblico. Mirabilia intende proporre ‘un’altra Italia’, creando le condizioni affinché domanda e offerta si incontrino”. Anche la presidente dell’istituto nazionale di Bioarchitettura, Anna Carulli, durante la conferenza ha sottolineato “l’importanza della sinergia tra più enti per creare turismo di qualità e puntare sulla governance del territorio creando occasioni di sviluppo sostenibile che possa dare spazio alla cultura Bio”. Dello stesso avviso, il sindaco Taranto di Montalbano Elicona che ha rimarcato: “Stiamo coinvolgendo gli altri comuni del territorio e le istituzioni regionali, se l’Argimusco dovesse rientrare tra i siti Unesco lo farà coinvolgendo tutto il territorio dei Nebrodi. Fare rete è essenziale”. Tra gli interventi da sottolineare al convegno quello del prof. Gaetano Pantano, che ha scoperto e studiato il sito dell’Argimusco da più di vent’anni. Le sue teorie e studi sono stati lungimiranti, leggendo il suo libro “Megaliti di Sicilia” non si può non rimanere colpiti dalle sue proposte di tutela e valorizzazione del sito già più di 30 anni fa.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Nebrodi






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839