AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Istruzione > Ampia partecipazione studentesca alla Giornata di Studi “Per una Bioetica della Solidarietà e della Cura”

 lunedì 22 ottobre 2018

MESSINA

Ampia partecipazione studentesca alla Giornata di Studi “Per una Bioetica della Solidarietà e della Cura”

di Redazione


alt

Una Aula Magna gremita di studenti, sia universitari che provenienti dagli Istituti scolastici locali, ha ospitato la Giornata di Studi “Per una Bioetica della Solidarietà e della Cura”, in occasione dell’UNESCO World Bioethics Day 2018 “Solidarity and Cooperation”. All’iniziativa, hanno partecipato i proff. Giuseppe Giordano e Marianna Gensabella, rispettivamente, direttore del Dipartimento DiCAM e responsabile della Convenzione tra Unità Italiana della Cattedra di Bioetica dell’UNESCO e il DiCAM. I contributi della Giornata di Studi, a cui è seguito un dibattito, sono stati introdotti dalla prof.ssa Luisella Battaglia (Università di Genova, presidente Nazionale dell’Istituto Italiano di Bioetica). Tra i docenti intervenuti, anche, il prof. Guido Signorino, ordinario di Economia applicata presso l’Ateneo peloritano, che ha tenuto una relazione intitolata “Per una economia politica della solidarietà”.

Spesso, la solidarietà viene assimilata al sentimento di buonismo in accezione negativa, ma in realtà non è assolutamente così. La solidarietà, infatti, entra a pieno titolo nella riflessione bioetica con la Dichiarazione di Barcellona (1998), poggiata su 4 punti cardine: autonomia, dignità, integrità, vulnerabilità. Proprio questo ultimo principio apre, per la Bioetica, un orizzonte nuovo. Il termine deriva dal latino Vulnus, ovvero, ferita, per indicare che quest’ultima può riguardare la condizione di ogni essere umano. Per questo motivo, i casi di vulnerabilità vanno tutelati, tenendo a mente la nostra finitezza e il nostro bisogno di cure, non solo mediche, ma anche e soprattutto a livello morale. Ciò avviene soltanto riscoprendo la prossimità societaria, volgendo uno sguardo attento all’Altro. Nel corso della manifestazione, è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo del compianto prof. Girolamo Cotroneo, sensibile nel corso delle sue attività ai temi della Bioetica e presidente dell’Istituto Italiano di Bioetica, Sezione Sicilia.


 


Altre Notizie su

Sociale > Istruzione






 
Sostenitori
 
 
© 2011/21 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839