Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Riflessioni > Uno spazio tranquillo per la meditazione a Paceville

 giovedì 9 agosto 2018

MALTA

Uno spazio tranquillo per la meditazione a Paceville

di Fra Mario Attard


alt

Il tetto della Millennium Chapel, che fino ad oggi non veniva utilizzato, è stato trasformato in due giardini di meditazione, soprattutto per i giovani che non sono necessariamente cristiani, ma comunque hanno bisogno di un luogo tranquillo per riflettere sulla vita e la spiritualità. Il direttore della Millennium Chapel, Padre Hilary Tagliaferro OSA, ha affermato che il progetto è un sogno diventato realtà che rafforzerà i servizi già offerti a coloro che vogliono provare a superare le loro dipendenze. Nel luogo più frequentato di Malta, questo spazio offrirà tranquillità e uno spazio per la meditazione. I lavori sono stati recentemente completati presso il centro WOW a Paceville, in un giardino di meditazione che è stato chiamato The Word (La Parola) basato sul libro di Peter Calamatta sulle piante che crescono a Malta e che sono menzionate nella Bibbia. Padre Tagliaferro ha detto di aver notato che i giovani che cercano di superare la dipendenza da droghe o alcol e che visitano il centro, raramente si recano nella cappella per meditare. Pertanto, con l’aiuto delle monache di clausura Clarisse e con la progettazione del prof. Richard England sono stati realizzati due spazi pieni di simbolismo.

Padre Tagliaferro ha detto che volevamo anche collegarlo alla vita di sant’Agostino che aveva la parola di Dio e i suoi amici vicini al suo cuore. La parola di Dio si trova nelle citazioni qui perché sant’Agostino si convertì al cristianesimo nel giardino di Casticiaco vicino a Milano. Il secondo giardino è dedicato a quando incontrò il vescovo di Algeria in Ippona che frequentemente portò amici nel suo giardino per riflettere e discutere la parola di Dio. Tramite il lavoro artistico fatto da Noel Attard, nel mezzo dei due spazi ci sono due alberi, uno che rappresenta la saggezza e l’altro che rappresenta la vita. Padre Hilary ha detto che crede che la parola di Dio non sia indirizzata solo ai cristiani ma a tutte le persone ed è precisamente per questo motivo che le beatitudini sono state premiate perché sono essenzialmente la ricetta per una vita completa costruita sulla spiritualità. Ha detto Padre Hilary: “Ogni persona che viene creata, anche se non sono credenti o cristiani, anche se sono musulmani o qualsiasi altra religione, quando leggono il programma di vita che Gesù ci ha dato, possono vedere che è il programma per la vita per ogni persona”.

Padre Hilary ha detto che la Millennium Chapel Foundation ha già richieste per l’uso dello spazio che dovrebbe aiutare ogni persona a fermarsi per un attimo per capire come vivere questa vita meravigliosa. Questa bellissima iniziativa del Millennium Chapel Foundation ci ricorda chiaramente delle parole che Papa Francesco scrive nella sua esortazione apostolica sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, Gaudete et Exsultate: Ci possono essere molte teorie su cosa sia la santità, abbondanti spiegazioni e distinzioni. Tale riflessione potrebbe essere utile, ma nulla è più illuminante che ritornare alle parole di Gesù e raccogliere il suo modo di trasmettere la verità. Gesù ha spiegato con tutta semplicità che cos’è essere santi, e lo ha fatto quando ci ha lasciato le Beatitudini (cfr Mt 5,3-12; Lc 6,20-23). Esse sono come la carta d’identità del Cristiano [e delle persone di buona volontà]. Così, se qualcuno di noi si pone la domanda: “Come si fa per arrivare a essere un buon cristiano [e persona di buona volontà]?”, la risposta è semplice: è necessario fare, ognuno a suo modo, quello che dice Gesù nel discorso delle Beatitudini. In esse si delinea il volto del Maestro, che siamo chiamati a far trasparire nella quotidianità della nostra vita… Nonostante le parole di Gesù possano sembrarci poetiche, tuttavia, vanno molto controcorrente rispetto a quanto è abituale, a quanto si fa nella società; e, anche se questo messaggio di Gesù ci attrae, in realtà il mondo ci porta verso un altro stile di vita. Le Beatitudini in nessun modo sono qualcosa di leggero o di superficiale; al contrario, possiamo viverle solamente se lo Spirito Santo ci pervade con tutta la sua potenza e ci libera dalla debolezza dell’egoismo, della pigrizia, dell’orgoglio (nri 63. 65). Lo spazio tranquillo per la meditazione a Paceville è sicuramente un posto assai privilegiato alla luce del Maestro, Gesù Cristo, Figlio di Dio e Figlio dell’Uomo.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Riflessioni






 
Partner
 
 
© 2011/18 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839