AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Camelot > Al Centro “Camelot” il primo incontro del percorso “Riflessamente”

 mercoledì 8 agosto 2018

MESSINA

Al Centro “Camelot” il primo incontro del percorso “Riflessamente”

di Redazione


alt

Si è svolto, presso la Cittadella della Salute nel Salone dei Cavalieri del Centro diurno “Camelot”, il primo incontro del percorso “Riflessa-Mente” attivato dall’Associazione “Le Porte del Benessere”, a cura della psicologa dott.ssa Liliana Crisafulli, e il riflessologo Carlo Spanò. Il percorso intende applicare ciò che il seminario, svoltosi ad aprile, sulla teoria della Riflessologia Plantare e le profonde connessioni con la Psicologia Sistemico Relazionale dal titolo “Riflessa-Mente”, ha introdotto. Ogni incontro metterà in evidenza come la connessione tra le due discipline abbia effetti benefici sullo stato di salute generale sia su soggetti normo dotati sia su diversi tipi di disabilità. Sulle orme del neurologo prof. Giuseppe Calligaris (1876-1944) che in una sua citazione definì “l’ammalato che ha in sé la causa del suo male può avere anche la medicina per guarirlo”.

Il primo incontro, accolto con entusiasmo e partecipazione dagli utenti e dagli operatori del Centro, è stato suddiviso in due parti: nella prima, sono state riprese le basi teoriche della Riflessologia e le connessioni con la Psicologia. Durante la seconda parte, si è svolta una lezione pratica sul mal di testa e ogni utente ha potuto svolgere su di sé e sugli altri gli esercizi riflessologici dimostrati. Gli incontri, che proseguiranno durante tutto l’anno, sono la base dell’importante progetto di ricerca “Riflessa-Mente”, la cui finalità è la stesura di una pubblicazione dove verranno ampiamente documentati trattamenti e risultati ottenuti su diversi casi con il metodo congiunto Psico-Riflessogeno.Il principio fondato dello studio posto in essere trova fondamento nel convincimento profondo del Calligaris che corpo e mente non sono da considerarsi due mondi separati, ma due parti in continua relazione dove il paziente è visto nella sua unità somato-psichica. L’importante progetto sarà sostenuto grazie all’impegno sociale profuso dall’Associazione L’Aquilone ONLUS, presieduta da Rosario Lo Faro.


 


Altre Notizie su

Sociale > Camelot






 
Sostenitori
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839