AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Internet e Tecnologia > Arriva Machina, l’acceleratore di particelle per la diagnostica delle Opere d’Arte

 venerdì 20 aprile 2018

FIRENZE

Arriva Machina, l’acceleratore di particelle per la diagnostica delle Opere d’Arte

di Redazione


alt

L’immenso patrimonio artistico italiano rappresenta un valore inestimabile in grado di conferire prestigio e autorevolezza al nostro Paese, e per questo l’obbligo delle istituzioni e degli stessi cittadini è quello di cooperare alla sua conservazione. Abbiamo visto come la tecnologia, specie quella a microonde, contribuisca in maniera decisiva dal punto di vista del ripristino dei manufatti lignei e del restauro mobili antichi. Ma, da oggi, un contributo significativo alla tutela delle opere d’arte arriva da un altro campo della scienza: la fisica.

All’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, infatti, sarà realizzato Machina (Movable Accelerator for Cultural Heritage in-situ non–Destructive Analysis), un acceleratore di particelle di ultimissima generazione pensato per la diagnostica di precisione non invasiva. Interamente dedicato ai beni culturali, questo strumento fungerà da supporto al lavoro di archeologi, restauratori e tutti gli esperti di beni culturali nello studio di reperti storici, opere d’arte e restauro.

Uno strumento che, oltre a essere innovativo, è anche molto pratico in quanto le sue dimensioni (300 Kg di peso per 2 m di larghezza) lo rendono facilmente trasportabile e, quindi, adoperabile anche in luoghi in cui vengono custodite opere inamovibili o non trasferibili a causa delle precarie condizioni di conservazione. Machina, finanziato con 1,7 milioni di euro, nasce dalla collaborazione tra Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e il CERN di Ginevra, e sarà realizzato con una tecnologia sviluppata al CERN per applicazioni biomediche chiamata tecnologia di quadrupolo a radiofrequenza, in grado di costruire un acceleratore di alta precisione.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Internet e Tecnologia






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839