Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > Il prof. Liotta nel gruppo di ricerca internazionale per l’identificazione del genoma delle razze canine italiane

 giovedì 8 marzo 2018

MESSINA

Il prof. Liotta nel gruppo di ricerca internazionale per l’identificazione del genoma delle razze canine italiane

di Redazione


alt

Il prof. Luigi Liotta, del Dipartimento di Scienze Veterinarie, fa parte di un gruppo di ricerca internazionale per la definizione del genoma delle razze canine italiane, del team, coordinato dalla prof.ssa Elaine Ostrander, del National Institute of Health di Bethesda in Maryland (USA), fanno parte anche i Dipartimenti di Medicina Veterinaria di Milano e di Sassari, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie alimentari di Bologna e l’Area di Genetica della Conservazione dell’Istituto Superiore per la protezione e la ricerca Agroambientale di Ozzano Emilia.Già pubblicati sulle riviste “Animal e “Ecology and Evolution” due articoli che identificano, per la prima volta, la diversità genomica di 23 razze canine italiane, 16 ufficialmente riconosciute e 7 in corso di riconoscimento, e le loro interazioni evolutive con altre 161 razze canine diffuse sul territorio mondiale. Lo studio del genoma delle razze da Pastore ha permesso di individuare le antiche origini comuni dei cani dell’Europa e del Nuovo Mondo, inoltre, il genoma di altre razze ha dimostrato l’esistenza di scambi genetici con il Medio Oriente.

In particolare, lo studio genomico dei cani da Pastore dell’Italia centrale e meridionale ha permesso di ricostruire i possibili antichi percorsi di transumanza delle greggi che sorvegliavano, fornendo, quindi, anche interessanti informazioni di carattere storico e culturale. I risultati ottenuti aprono, quindi, nuove e interessanti prospettive per lo studio della biodiversità delle razze canine italiane, per la loro salvaguardia e per il riconoscimento etnico e il recupero di popolazioni locali come il nostro Mastino Siciliano o cane di Mannara. I laboratori di ultima generazione dell’Università di Messina, in dotazione a Unimelab, permettono di studiare le informazioni genomiche e mettere a punto ricerche utili per la conoscenza e la valutazione delle patologie su base ereditaria, rappresentano, quindi, un idoneo strumento di miglioramento genetico.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/18 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839