Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Tirrenica > Castroreale, come votare per far eleggere il comune messinese “Borgo dei Borghi 2018”

 mercoledì 14 marzo 2018

CONCORSO NAZIONALE

Castroreale, come votare per far eleggere il comune messinese “Borgo dei Borghi 2018”

di Redazione


alt

La Sicilia sarà ben rappresentata al Concorso Nazionale che premia il Borgo più bello d’Italia visto che a concorrere per il titolo “Borgo dei Borghi 2018” sarà Castroreale. I soggetti promotori per Castroreale “Borgo dei Borghi 2018” sono: il Comune di Castroreale, “Proposta Turistica 3.0”, la Pro Loco “Artemisia”, il Gruppo “Amiano” Castroreale, l’Associazione “Andromeda” e il Circolo Auto e Moto d’Epoca “Alzavalvola”.

Il sindaco Alessandro Portaro che a domanda definisce Castroreale come “Il Borgo delle Bellezze”, si augura che tanti siciliani ovunque residenti si sentano coinvolti per permettere a Castroreale di vincere il concorso nazionale “Borgo dei Borghi 2018” e favorire ancor di più il suo sviluppo turistico, ma per questo ha bisogno della collaborazione di tutti, in particolar modo dei media. Sul bel borgo siciliano, così, ancora la prof.ssa Sclafani: “Castroreale carica di storia, con la sua torre e le sette facce... si cambia posto, ma Castroreale che si erge su un cocuzzolo a circa 400 metri d’altezza, la si vede sempre”. Infine, l’esperto alle attività promozionali e turistiche Antonino Sapienza, presidente dell’Associazione “Proposta Turistica 3.0”, ha ricordato che la pagina social “Castroreale Borgo dei Borghi 2018” negli ultimi mesi ha avuto un notevole incremento riscontrando quasi un milione di visualizzazioni. Nella pagina Facebook ufficiale, che è appunto “Castroreale Borgo dei Borghi 2018”, in questi mesi si potranno, comunque, trovare tutte le informazioni, le news, le iniziative culturali, turistiche e tutte le attività relative alla gara a favore del Borgo siciliano.

Il Comune messinese si appresta a questa bellissima esperienza dove affronterà altri borghi, uno per ogni regione italiana. Si tratta del concorso organizzato ogni anno dalla trasmissione televisiva “Il Kilimangiaro”, che va in onda su Rai 3. Programma che nasce nel 1998 col nome “Alle falde del Kilimangiaro”, presentato ininterrottamente da Licia Colò fino alla stagione 2013-2014, quando cambia nome appunto in “Il Kilimangiaro” e cambia anche conduzione visto che viene affidato a Camila Raznovich (per alcuni anni, in collaborazione con Dario Vergassola).

Dal 2015, il programma viene articolato in una parte che è “Kilimangiaro-Tutto un altro mondo” e un’altra parte che è “Kilimangiaro-Il Borgo dei Borghi”, dove si va alla scoperta dei tanti bellissimi borghi italiani da far conoscere ai telespettatori illustrandone i luoghi, i monumenti, le tradizioni e i prodotti tipici enogastronomici. Castroreale rappresenta, sicuramente, un’importante meta turistica, un patrimonio naturale dove si fondono storia e bellezza dell’arte con le sue meravigliose chiese fra le quali il Duomo di Santa Maria Assunta dove sono custodite tele settecentesche, dipinti del ‘500 e del ‘600, crocifissi, altari e statue marmoree del Cinquecento e la Chiesa della Candelora nella quale si trova un magnifico altare maggiore del XVII secolo in legno intagliato e indorato in oro zecchino.

Da vedere, sono anche il Campanile accanto alla Chiesa del Santissimo Salvatore e Porta Raineri che è l’unica rimasta delle sei porte dalle quali si accedeva al Paese. Importantissimi ancora la Pinacoteca di Santa Maria degli Angeli istituita presso la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, il Museo Civico istituito presso il convento dei Padri Filippini, la Torre di Federico II d’Aragona e l’Arco moresco della sinagoga testimonianza ebraica locale. Non dimentichiamo, però, anche l’ottima cucina e un prodotto tipico locale che è il Biscotto della badessa (o biscotto castriciano) dal caratteristico aroma di anice la cui preparazione era legata all’attività delle suore clarisse del monastero di Santa Maria degli Angeli che ne hanno tenuto sempre segreta l’antica ricetta. È un biscotto ipocalorico per cui se ne può mangiare in abbondanza e che si produce in due versioni, una croccante e un’altra da accompagnare magari con una squisita granita.

Ricco di diversi punti panoramici, Castroreale, che da una parte guarda verso la montagna e dall’altra rappresenta un balcone sulle Isole Eolie, insieme alle visite ai monumenti si prepara ad accogliere nuovi turisti anche con attività promozionali, attrezzati ristoranti, servizi di accoglienza già ben predisposti. La finale sarà trasmessa da Rai Tre, in prima serata, il 1° aprile domenica di Pasqua.Nel 2014, ad aggiudicarsi il titolo “Borgo dei Borghi 2014” fu Gangi, in provincia di Palermo, mentre l’anno dopo fu Montalbano Elicona a essere eletto il borgo più bello d’Italia vincendo il titolo “Borgo dei Borghi 2015”. Anche nel 2016, il titolo “Borgo dei Borghi 2016” se lo aggiudicò un paesino siciliano della Valle del Belice ovvero Sambuca di Sicilia. L’anno scorso, ad aggiudicarsi il titolo “Borgo dei Borghi 2017” è stato Venzone in rappresentanza del Friuli Venezia Giulia e, quindi, tocca a Castroreale cercare di riportare il prestigioso titolo in Sicilia. Si può votare fino a domenica 18 marzo.

PER VOTARE: andare sul link www.raiplay.it/programmi/kilimangiaro; andare alla sezione “Il borgo dei borghi”, dove si aprirà una finestra con scritto VOTA; registrarsi e votare Castroreale.

IMPORTANTISSIMO: si può votare una volta al giorno per tutto il periodo!!


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Tirrenica






 
Partner
 
 
© 2011/18 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839