Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Riflessioni > La cappella della Madonna di Lourdes a Floriana

 mercoledì 28 febbraio 2018

MALTA

La cappella della Madonna di Lourdes a Floriana

di Fra Mario Attard


alt

Una delle cappelle pittoresche che si trovano a Floriana, la Città situata vicinissima alla capitale La Valletta, è certamente quella della Madonna di Lourdes. Questa cappella, che i cappuccini maltesi custodiscono con grandissima e amorevole cura, si trova esattamente nella piazzetta del convento e la chiesa che hanno dedicato entrambi a Santa Croce. Inizialmente, questa cappella fu dedicata a Santa Maria Maddalena Penitenta. La cappella fu costruita dal Ballio dell’Ordine di San Giovanni Guttenbergh, nel 1706. Da quei tempi, cominciò a diffondersi in tutto il mondo la devozione alla Madonna di Lourdes. Nel 1881, il Padre Provinciale di allora, Padre Filippu dalla Valletta, dopo un pellegrinaggio a Lourdes portò con sé una statua della Madonna e la mise proprio nel posto della statua della Maddalena.

Nel 1918, il Provinciale Padre Franġisk volle costruire una cappella alla Madonna. Dunque, scelse, come architetto, il cavaliere Manwel Borg e sotto la guida del capo maestro Piju Ebejer ebbe inizio la costruzione della cappella. I frati cappuccini donarono un appezzamento del loro giardino, sul quale la cappella dovette essere costruita. Tanti furono i benefattori che finanziarono questo progetto. Il maggior benefattore fu un certo Saverju Galea di Ħal Qormi. Altri benefattori pagarono il marmo del pavimento e la raggiera d’argento della Madonna. La grotta, dove oggi si trova la statua della Madonna, fu costruita da Duminku Busuttil, esattamente allo sfondo dell’altare.

La cappella fu benedetta dal vescovo di Malta, mons. Mauro Caruana OSB, il 26 dicembre 1920. La pittura della cupola cominciò a essere pitturata dal celebre pittore maltese Ġużeppi Calì e fu completata da Gużeppi Briffa. All’esterno, la cappella conserva un’affascinante bellezza architettonica. All’interno, essa ha una forma quadra con la cupola che si appoggia sulla base ottagonale con otto finestrine. La metà di esse è chiusa. Nella seconda guerra mondiale, la cappella soffrì qualche danneggiamento, ma la statua della Madonna fu conservata al riparo. Prima di essere di nuovo messa nel suo posto originale fu custodita in casa del sacerdote Dun Manwel Magri. E nel maggio del 1946 fu trasportata processionalmente da una tribuna dai Granai di Floriana. Finita la processione, la statua fu ribenedetta dal vescovo mons. Mauro Caruana OSB.

La Cappella gode la devozione di tanti maltesi. La messa si celebra, quotidianamente, alle ore 08.30. Oggi, la Chiesa è usata dai migranti eritrei ed etiopici per pregare in essa. Questo è stato possibile grazie all’iniziativa dell’arcivescovo di Malta, mons. Charles J. Scicluna, e dallo splendido coordinamento dei frati cappuccini maltesi. Non è per caso che quest’anno, avrà la grazia di celebrare la messa in questa cappella per ricordare la quattordicesima apparizione della Madonna a Lourdes. Ricordiamoci che quando Bernadette arrivò nella Grotta erano già presenti circa 1.300 persone secondo il rapporto del commissario di polizia Jacomet. L’estasi lascia tutti sconcertati per la sua brevità. Le parole dette dalla Vergine Maria sono le seguenti: “Andate a dire ai preti di fare costruire qui una cappella e desidero che qui si venga in processione”. Chiunque venga a visitare Malta, dovrebbe visitare la Cappella, per compiere, nell’Isola di San Paolo, il desiderio tanto voluto della Madonna che ella stessa espresse a Lourdes.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Riflessioni






 
Partner
 
 
© 2011/18 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839