Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Sport > Conclusi i Campionati Italiani Para-Archery di Palermo

 venerdì 9 febbraio 2018

TIRO CON ARCO

Conclusi i Campionati Italiani Para-Archery di Palermo

di Redazione


alt

Sono terminati con tutte le finali per i titoli assoluti i Campionati Italiani Para-Archery di Palermo. Gli scontri premiano nell’arco olimpico gli azzurri Fabio Tomasulo ed Elisabetta Mijno, nel compound la spuntano Paolo De Venuto e Giulia Pesci mentre nel W1 torna sul primo gradino del podio Nazionale Salvatore Demetrico. I titoli “Visually Impaired” vanno a Mattia Panariello e Giovanni Maria Vaccaro. Nell’arco olimpico maschile “Open”, vince il primo titolo assoluto in carriera Fabio Tomasulo del Gruppo Sportivo Paralimpico della difesa, in finale la vittoria decisiva arriva per 6-4 sul campione del mondo mixed team in carica Stefano Travisani delle “Fiamme Azzurre”. Terzo posto per un altro azzurro Roberto Airoldi che ha la meglio allo shoot 6-5 (10-9) sull’atleta di casa Giuseppe Arcieri (“Dyamond Archery” Palermo).

In campo femminile, per la settima volta in carriera, sale sul tetto d’Italia l’iridata mixed team Elisabetta Mijno (“Fiamme Azzurre”) dopo la vittoria in finale per 6-0 su Vincenza Petrilli (“Aida”). Bronzo per Kymberly Scudera (“Arco Club” Gela) grazie al 6-4 ai danni di Francesca Morselli (Arcieri “Aquila Bianca”). Nel compound, primo titolo italiano al maschile per Paolo De Venuto (“Frecce Azzurre”) che vince all’ultima sfida un match bellissimo (146-145) con Alberto Simonelli (“Fiamme Azzurre”) appena convocato nella Nazionale normodotati per i prossimi Mondiali Indoor di Yankton negli Stati Uniti. Il podio si completa con Matteo Bonacina (Arcieri “Castiglione Olona”) bravo a vincere la partita con il compagno di Nazionale Giampaolo Cancelli (Arcieri “Torrevecchia”) 145-142.

Tra le donne, continua il regno di Giulia Pesci (Arcieri “Adivestra”) che oggi vince il terzo titolo italiano assoluto di fila al termine di una finale ad altissimo coefficiente di difficoltà con Maria Andrea Virgilio della “Dyamond Archery” Palermo, la score conclusivo dice 145-138. Terzo posto per Santina Pertesana (Polisportiva “Disabili” Valcamonica) che batte Ileana Bastianello (Arcieri “Scaligeri”) 134-133. Nel W1 maschile, torna sul primo gradino del podio dopo il successo del 2016 Salvatore Demetrico (“Apple Club” Camporotondo) con il successo in finale su Daniele Cassiani (Arcieri “Fivizzano”) 139-135. La medaglia di bronzo va al collo di Fabio Luca Azzolini (Arcieri “Montale”) dopo il 134-127 rifilato a Gabriele Ferrandi (Arcieri “Ardivestra”).

Tra i Visually Impaired 1, il nuovo campione italiano è Matteo Panariello (Arcieri “Livornesi”) vincente nella sfida per l’oro con Barbara Contini (Arcieri “San Bernardo”) 6-2. La finale per il bronzo va, invece, a Giordano Cardellini (“Sagitta” Arcieri Pesarlo) per 6-0 su Silvano Pasquini (G.S. “Non Vedenti” Milano Onlus). Nella categoria Visually Impaired 2/3, il titolo italiano va a Giovanni Maria Vaccaro (“Dyamond” Archery Palermo), l’ultima ad arrendersi è Marina Capria del CUS Roma sconfitta in finale 6-2. Bronzo per Ivan Nesossi che batte Diego Chiapello in un match tutto firmato G.S. “Non Vedenti” Milano Onlus. Tra le squadre dell’arco olimpico maschile trionfa la società di casa, la “Dyamond Archery” Palermo, grazie alle frecce di La Rosa, Genovese e Arcieri che in finale hanno la meglio sulla Compagnia Arcieri “Ugo di Toscana” (Bartoli, Condrò, Dolfi) con il risultato di 5-1. Bronzo all’A.S.C.I.P (Giorgi, Mancini, Torella) vittoriosa 6-0 sugli Arcieri del Sud (Canaletti, Delmastro, Di Venosa).


 


Altre Notizie su

Notizie > Sport






 
Partner
 
 
© 2011/18 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839