Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > Convegno a Messina su “Fragilità dell’anziano”

 giovedì 18 gennaio 2018

AUDITORIUM “GAETANO MARTINO”

Convegno a Messina su “Fragilità dell’anziano”

di Redazione


alt

Karl Kraus, già nel 1918, scrisse:Il progresso tecnico lascerà aperto un solo problema: la fragilità della natura umana che si esprime con la perdita in uno o più domini funzionali, dal fisico, allo psichico, al sociale e che è sempre più presente nell’anziano, dato l’allungamento della vita media specie, nella IV-V fascia della vita”. Statisticamente più frequente nelle donne (9.6%) che negli uomini (5.2 %), per Linda Fried è uno stato biologico età-dipendente che ha bisogno un approccio differenziato per il paziente anziano: non più centrato sulla malattia o sull’organo, ma sulla visione integrata della salute nei suoi diversi aspetti (Ingmar Bergman, 2007). L’anziano fragile mostra precarietà nelle condizioni cliniche e ha il rischio di andare incontro a complicanze a cascata che lo porta alla perdita dell’autonomia funzionale fino alla morte. Necessita di professionisti della salute – medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi, assistenti sociali – che lo sappiano approcciare in team, perché ancora oggi e specie nel Sud, Città nostra compresa, ciò è parziale. L’insegnamento di Psicogeriatria e la Ortogeriatria non è riuscito a dare valenza ai nuovi input di informazione scientifica e l’anziano fragile non ha avuto dalla politica, dai Comuni, dalle ASP, le attenzioni dovute.

Dalle tante carenze e dalle tante richieste, nasce questo Convegno che mira ad attenzionare il problema ai vari livelli: spingere a una valutazione multidimensionale (VMD) con metodologia geriatrica che valuti i tanti problemi dell’anziano, ne misuri le limitazioni e mostri le risorse; potenzi l’assistenza domiciliare o in case protette e commisuri interventi nell’ottica di un lavoro interdisciplinare mirato a un piano di assistenza individualizzata (PAI).Se ne fanno carico le Associazioni cittadine “AMMI”, “Associazione 50 E PIù” e “FEDERSPeV” nell’Auditorium “Gaetano Martino”, Via Bergamo, isol. 47/A, giorno 19 gennaio 2018, ore 16.00, collaborati dal prof. Dino Bramanti, direttore scientifico IRCCS Neurolesi “Bonino Puleio” che conduce, dal prof. Vittorio Nicita Mauro, geriatra, che tratterà il tema La fragilità in una Italia sempre più longeva, dalla dott.ssa Nina Santisi, psicologa e ass. alle Politiche Sociali Messina, che farà esporre alle dott.sse Scibilia e Bardetta La condizione assistenziale a Messina città metropolitana.

Il dott. Salvatore Feliciotto, pres. Collegio IPASVI ME, si soffermerà Sull’evoluzione del ruolo dell’infermiere e, in maniera particolare, Sulla nuova figura professionale del caregiver; il dott. Pasquale Russo, neuropsichiatra, docente di Psichiatria forense, master II livello Medicina Legale Un. Messina, richiamerà all’opportunità di garantire La protezione giuridica del soggetto con vulnerabilità psichica; la sig.ra Giovanna Curtò Magazù, pres. “Associazione 50 E PIù”, porterà Il vissuto nell’esperienza personale e il dott. Salvatore Rizzo, funzionario OMCEO Messina, si soffermerà su L’ENPAM e le prestazioni assistenziali nei casi di Fragilità dell’anziano.

Introduce il prof. Antonino Arcoraci, presidente provinciale e vice presidente regionale Federazione “Sanitari Pensionati e Vedove”, e conclude l’avv. Francesca De Domenico Leonardi, presidente Associazione “Mogli Medici Italiani”. Il fine è calarsi nella realtà locale, discutere sulla validità del sistema e, alla luce dei dati, studiare nuovi metodi facilmente applicabili, diffonderli come messaggio perché tutti ne abbiano conoscenza e, al bisogno, ne possano usufruire. Il convegno è aperto a tutti.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/18 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839