Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Arte e Letteratura > Premio alla Memoria a Maria Costa, un riconoscimento alla poetessa di Case Basse

 sabato 21 ottobre 2017

JESI

Premio alla Memoria a Maria Costa, un riconoscimento alla poetessa di Case Basse

di Redazione


alt

Nel corso della cerimonia di premiazione della VI Edizione del Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi”, fondato e presieduto dal poeta e critico letterario marchigiano Lorenzo Spurio, verrà attribuito un Premio Speciale “Alla Carriera” alla poetessa messinese Maria Costa, scomparsa nel 2016. L’Associazione Culturale “Euterpe” di Jesi (AN), che annualmente bandisce l’importante appuntamento letterario al quale prendono parte centinaia di poeti, haijin e scrittori a vario titolo, ha deciso di attribuire uno dei massimi riconoscimenti – fuori concorso – per celebrare degnamente la memoria della nota poetessa popolare di Messina, nota come “Poetessa dello Stretto”, celebre per la sua affabulazione nel canto autentico nel vernacolo locale.

D’accordo con il neonato Centro Studi “Maria Costa”, presieduto dal sig. Pippo Crea e dai discendenti diretti della donna, verrà conferita una targa speciale in memoria della donna e verrà letta la motivazione del conferimento del Premio; si ricorderà l’importante ruolo sociale e popolare di una delle maggiori poetesse del secolo scorso, anche per mezzo della lettura di alcuni suoi testi scelti. Durante l’evento, che si terrà a Jesi presso il Palazzo dei Convegni il prossimo 4 novembre, verrà anche proiettato il video-documentario sulla vicenda umana e letteraria della donna intitolato “Come le onde” del giovane regista messinese Fabio Schifilliti.

Un riconoscimento sentito e doveroso”, spiega il presidente Spurio, “a una voce distinta e corale, che ha dato voce alle tradizioni mitiche e popolari della gente di Messina descrivendone con immensità il fare pratico, la vita di mare e un’età ancorata a modelli di vita ormai lontani, ma che si ha necessità di ricordare e rivivere. La voce della Costa” – prosegue Spurio – “ha vergato pagine di autenticità lirica consegnando a noi tutti un testamento di memorie che debbono essere conservate con rispetto e orgoglio”.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Arte e Letteratura






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839