Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Nebrodi > Congresso: “Alla riscoperta degli Aleramici di Sicilia. Un’isola Gallo-Italica nel Mediterraneo”

 venerdì 20 ottobre 2017

SAN FRATELLO

Congresso: “Alla riscoperta degli Aleramici di Sicilia. Un’isola Gallo-Italica nel Mediterraneo”

di Santina Folisi


alt

Si svolgerà a San Fratello (ME) sabato 21 prossimo, alle ore 09.30, presso il Museo Etno-Storico-Antropologico “Ermenegildo Latteri”, il I Congresso Internazionale sul Gallo-Italico dal tema “Alla riscoperta degli Aleramici di Sicilia. Un’isola Gallo-Italica nel Mediterraneo”. L’interessante incontro di studio, organizzato dalla Fondazione Regina Adelaide e dal Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”, come da programma, prevede la presenza di studiosi e appassionati provenienti dalle diverse aree geografiche coinvolti nel percorso di studio, che si confronteranno con scambi di informazioni e documentazione. L’ambizioso progetto, avviato, peraltro, da tempo oltre alla riscoperta dei legami storici tra gli Aleramici e la Sicilia, si pone anche come occasione di sviluppo del settore turistico ed enogastronomico della realtà piemontese e siciliana.

Dopo i saluti istituzionali, il meeting proseguirà con gli interventi di: Salvatore Mangione (Fondazione Regina Adelaide), Roberto Maestri (Circolo Culturale “I Marchesi di Monferrato”), Mario Bolognari-Dario Caroniti-Francesco De Domenico-Melo Martella-Francesco Paolo Tocco (Equipe Università agli Studi di Messina), Aurelio Angelini (Fondazione Unesco Sicilia), Diego Ciccarelli (Officina di studi Medievali-Palermo), Fabrizio Di Salvo (Circolo Culturale “I Marchesi di Monferrato”), Hasan Eroglu (storico della cultura curda), Domenico Venuti (Associazione Nazionale del “Fante”).

I lavori saranno, poi, sospesi per la pausa pranzo dei sapori tipici sanfratellani e, alle ore 15.00, si riprenderà con proiezioni multimediali e la redazione di un documento a sostegno della lingua Gallo Italica. Tale lingua, infatti, che è la lingua madre di San Fratello (ME), è stata da sempre oggetto di studio per la sua particolarità, unicità e diversità fonetica, morfologica, lessicale rispetto al siciliano, e resiste da secoli anche in alcuni altri Comuni della Sicilia.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Nebrodi






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839