Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > Rosa Gazzara Siciliano, “Viaggio nella poesia e nell’identità siciliana”

 martedì 26 settembre 2017

MESSINA

Rosa Gazzara Siciliano, “Viaggio nella poesia e nell’identità siciliana”

di Domenica Timpano


alt

Su iniziativa della Biblioteca Regionale di Messina, giorno 22 settembre si è tenuto un incontro, presso il Teatro Vittorio Emanuele gremito da moltissime persone che hanno voluto rendere omaggio alla poetessa Rosa Gazzara Siciliano, autrice di pregevoli opere che hanno reso dignità di Lingua alla lingua siciliana. Il “Viaggio nella poesia e nell’identità siciliana”, compiuto con la lettura dei suoi versi, ha affascinato i presenti e reso la serata unica.

A coordinare l’evento, la prof.ssa Patrizia Danzè che ha tracciato un breve curriculum della scrittrice mettendo in risalto le sue origini romettesi. Rosa Gazzara Siciliano, autrice di molte sillogi, di un romanzo, una trilogia in siciliano, scritti su Santa Eustochia Calafato e racconti, è molto apprezzata per avere tradotto in Lingua siciliana l’Odissea e l’Eneide opere ricche di pathos che la poetessa ha saputo trasferire nelle sue traduzioni in dialetto arricchendole di forti, nuove, emozioni. Con la traduzione della Divina Commedia, eseguendo un lavoro certosino e impegnativo, ha fatto arrivare a tutti, in modo mirabile, la voce del grande poeta che scuote le coscienze.

La serata è stata arricchita dalla presenza dell’Ensemble Unavantaluna, un gruppo musicale che ha eseguito pezzi assai noti che hanno riscosso il plauso, se non l’entusiasmo, del pubblico. Con suoni, tra l’altro, di tamburo e cornamusa, hanno esaltato, caratterizzato e dato ampio respiro alla sicilianità. Apprezzata la presenza di Pippo Pattavina, attore catanese, che ha letto con bravura brani del libro VI dell’Odissea in cui si descrive l’incontro di Ulisse con Nausica, quelli dell’incontro con Euriclea e Penelope al suo ritorno a Itaca e brani dell’Eneide, che hanno messo in evidenza il dramma di Didone, vittima di un amore malato, che lancia una maledizione contro Enea che si allontana con le sue navi perché rimanga al suo fianco. Pagine impresse nella memoria di tutti, commentate con garbo e competenza dalla Danzè che ha messo in evidenza pregi e valori simbolici di verbi e parole dialettali, usate dalla prof.ssa Gazzara. Un plauso, a fine serata, è stato reso agli organizzatori e a quanti si sono alternati sul palco per contribuire all’ottima riuscita dell’evento.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839