Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Cinema e Teatro > Alessia Scarso e Paolo Budassi conquistano “Per… corti Alternativi”

 martedì 19 settembre 2017

VILLAFRANCA TIRRENA

Alessia Scarso e Paolo Budassi conquistano “Per… corti Alternativi”

di Redazione


alt

Si è chiusa, la scorsa domenica, la VI Edizione del Festival di cortometraggi “Per… corti Alternativi”, promosso dall’Associazione “Pro Loco” di Villafranca Tirrena. Dopo due giornata di proiezioni, al Castello di Bauso sono arrivati i riconoscimenti per i registi. La giuria popolare che ha preso parte all’evento ha incoronato “Senza occhi, mani e bocca”, lo short film del romano Paolo Budassi. Il corto racconta una storia di pedofilia ispirata alla cronaca. Protagonista una giovane senzatetto che ha perso la parola dopo un incidente in bicicletta avvenuto quando era solo una bambina.

Un riconoscimento da parte dell’organizzazione e della Compagnia ViviSerro è andato alla regista Alessia Scarso per il corto “Vasa Vasa” sulla Madonna di Modica, girato durante la Settimana Santa del 2016.Un corto documentario – recita la motivazione del premio – per la gente, per la propria gente, per la nostra sicilianità, per la nostra cultura di esportare in tutto il mondo. Non è facile raccontare senza un narratore, ma solo con un’emozionante e intensa filastrocca, con delle musiche incalzanti, e con delle immagini altamente spettacolari, il mistero che alberga dietro le nostre centenarie tradizioni. La talentuosa regista Alessia Scarso ci ha fatto toccare con mano il pathos, il dolore della morte e la gioia della vita che rinasce, sensazioni che ha magistralmente narrato con le immagini di uno dei momenti più significativi della nostra Cristianità”.

Proiezione speciale per il corto “Viola, Franca” diretto da Marta Savina e girato a Galati Mamertino. Il cortometraggio narra la vicenda della donna che, per prima, rifiutò il matrimonio riparatore col suo stupratore, sovvertendo regole, convenzioni e leggi. Tra gli interpreti, oltre la protagonista Claudia Gusmano, i messinesi Ninni Bruschetta e Maurizio Puglisi. Quest’ultimo, ha presenziato all’evento raccontando la genesi del cortometraggio e ritirando un premio assegnato dallo staff del festival. “La forza straordinaria della storia, unita all’ottima regia, coinvolgono lo spettatore – si legge nella motivazione – fin dalle prime scene. L’accurata scelta degli ambienti e la sensibilità con cui vengono raccontati gli avvenimenti rendono il film estremamente piacevole e commovente. Quella raccontata da ‘Viola, Franca’ è una storia che ogni siciliano, ogni italiano, ogni uomo dovrebbe conoscere. Il lavoro della Savina lo fa in modo estremamente efficace”.

Un premio è stato consegnato all’Istituto Comprensivo “Santa Margherita”, guidato dal dirigente scolastico professoressa Laura Tringali, che ha proposto il lavoro “Intra lu cielu e lu mari”, diretto da Tommaso Travaglino. Si tratta di un progetto autofinanziato su proposta dei ragazzi dell’oratorio e di alcuni alunni della scuola e realizzato tra Giampilieri superiore e Savoca. Il film racconta di sei ragazzi rimasti orfani a causa dell’alluvione, che vivono in un convitto accudendosi reciprocamente.Nelle due serate di proiezioni, sono intervenuti anche Francesco Torre per il lavoro “Chiara Zyz un fiore nel cuore di Palermo” di Gaetano Di Lorenzo, e Matteo Arrigo per il documentario “No Goog Morning No Good Night”, realizzato dopo una esperienza di viaggio in Palestina.

Durante le serate – spiega il direttore artistico Sebiano Chillemi – il pubblico ha sorriso e si è emozionato, a testimonianza della varietà delle opere selezionate. Anche in questo caso, come per ‘Corto di Sera’, a decretare il cortometraggio vincitore è stato il voto del pubblico: ‘Senza occhi, Mani e Bocca’ di Paolo Budassi affronta una tematica molto delicata e di estrema attualità. Come attuale è anche il tema del film ‘Viola, Franca’ di Marta Savina. Opera che, insieme al presidente della Pro Loco Antonio Domenico Bonaccorso, abbiamo fortemente voluto in questa sesta edizione. La buona riuscita del Festival conferma, ancora una volta, l’importanza della sinergia tra le diverse realtà che operano sullo stesso territorio”.

La cerimonia di premiazioni è iniziata la musica dei Malanova, gruppo etnofolk della Valle del Mela, e ha visto anche la partecipazione dei ragazzi promotori della “Rassegna Popolare Ibbisota” e del filmaker Ezio Cosenza. Spazio, inoltre, alla presentazione del progetto “Primavera Culturale” che è stato illustrato dall’assessore comunale Antonino Costa e dai partner presenti e che vedrà compimento in vari centri tirrenici nel mese di aprile del prossimo anno. Ad arricchire le sale del Castello di Bauso anche una collettiva dei fotografi Rita Malta, Domenico Di Pietro e Pasquale Giacobbe.

La kermesse “Per... corti alternativi” ha ricevuto il patrocinio del Comune di Villafranca Tirrena e si è avvalsa della collaborazione dello staff del festival “Corto di Sera”, del sostegno della “Messina Film Commission” e per il secondo anno è rientrata nel programma di “Castello... in Aria”, progetto biennale per la Valorizzazione dei Beni Pubblici organizzato dal Centro Sperimentale di Didattica e Divulgazione Musicale “Progetto Suono” di Messina.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Cinema e Teatro






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839