Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Tirrenica > Filippo Scolareci, premiato dalla Pro Loco di Spadafora

 lunedì 28 agosto 2017

SPADAFORA

Filippo Scolareci, premiato dalla Pro Loco di Spadafora

di Domenico Interdonato


alt

La Pro Loco di Spadafora e il suo presidente Antonino Miceli hanno organizzato una serata per dire grazie a quanti hanno dato lustro alla nobile città di Spadafora, nel campo della Cultura, dello Sport, della Medicina e del Volontariato. Il premio a chi ha rappresentato la città di Spadafora nel mondo della cultura è stato assegnato a Filippo Scolareci, intellettuale e figura di spicco del volontariato dell’area tirrenica. Lo abbiamo intervistato per conoscerlo meglio e sancire questo momento felice della sua poliedrica carriera.

Un premio dedicato alla cultura e non solo?

Sì, un premio che mi inorgoglisce, perché come voi sapete non è mai facile essere ‘Profeta in Patria’, alla Pro Loco e al suo presidente Miceli devo dire grazie, non solo per il mio premio, ma anche per tutte le altre eccellenze di Spadafora premiate in una bella serata sotto le stelle”.

Chi è Filippo Scolareci?

Sono stato un bancario che ha saputo coltivare alcune passioni, come la poesia e la scrittura, oggi mi sento completo perché riesco a trasmettere agli altri le mie conoscenze con il giornalismo”.

Ma lei è giornalista?

No, sono soltanto un appassionato che si diletta a scrivere e a esaltare la sicilianità, la storia e la nostra cultura. Ho lasciato il mio contributo a diverse radio e tv locali, come Tele Messina e Riviera Tele Color”.

Filippo Scolareci poeta e scrittore?

Sì, il mio primo libro è stato ‘Poesie Miti e Leggende Siciliane’, mi diletto nella poesia in lingua e vernacolo, sono stato vincitore e finalista di importanti premi di poesia locali e nazionali”.

Qual è stato il suo più importante premio culturale?

Questo per me è stato importante perché ottenuto nella mia città e davanti ai miei tanti amici e concittadini, ma quello che ricordo con più soddisfazione è stato il Premio Internazionale ‘Colapesce 2008’, per la poesia dialettale, ritirato a Messina dalle mani del caro amico e maestro Lillo Alessandro”.

Intellettuale impegnato, ma anche volontario?

Sì, credo che l’attività di volontariato mi completi, il dedicarmi agli altri è una sensazione unica e indescrivibile. Opero con la Caritas cittadina e presso l’ex Ospedale Psichiatrico di Barcellona Pozzo di Gotto”.

Come concludiamo questa sua breve intervista?

Con un saluto a tutti i lettori e al mio mondo, a quanti mi danno la possibilità di rendermi utile e di farmi sentire importante per la nostra collettività”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Tirrenica






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839