Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Camelot > A 10 anni dalla strage del Rifugio del Falco

 domenica 20 agosto 2017

MESSINA

A 10 anni dalla strage del Rifugio del Falco

di Redazione


alt

Dopo 10 anni, la strage del Rifugio del Falco del 22 agosto 2007 non ha colpevoli. Nessuna responsabilità nessun reato scontato. È questa la triste considerazione dei familiari delle 6 vittime nei confronti del sistema giudiziario. L’Osservatorio “Lucia Natoli” (che ha preso il nome di una delle vittime) da dieci anni celebra questa giornata con l’obiettivo di rinnovare la memoria e di sollecitare le pubbliche amministrazione a intervenire per quanto riguarda prevenzione e salvaguardia del territorio. La #campagnacontroiroghi ha ragione d’essere alla luce dei disastri ambientali ai quali assistiamo impotenti.

Quest’anno, l’evento è ospitato nel Centro “Camelot”, diretto dal dott. Matteo Allone, e non è un caso. Il gruppo “Le sentinelle dei Peloritani” è nato sotto la sua spinta e, immediatamente, è nata una convergente unità di intenti con l’Osservatorio per i diritti dei Giovani. Nella prima mattinata di martedì 22 agosto, alle ore 10.00, è prevista la partecipazione dei familiari di Lucia Natoli con gli interventi di tutti i coorganizzatori dell’evento.

Alle ore 12.30, tutto si trasferirà presso l’area attrezzata di Ziriò sui Colli San Rizzo, concessa dal dott. Giovanni Cavallaro, dirigente dell’ufficio del Territorio Regione Siciliana. Un momento di riflessione presso il Giardino della memoria dove cresce l’albero della speranza dedicato a Lucia Natoli. L’evento vuole essere anche uno stimolo al cambiamento e a essere migliori. Il progetto “Coloriamo i Peloritani” che si concluderà il 28 agosto, impegnerà gli utenti di “Camelot” in una rappresentazione artistica e simbolica dei Peloritani che vanno amati, rispettati, colorati di emozioni e difesi.


 


Altre Notizie su

Sociale > Camelot






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839