Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > “Paesaggi mediterranei’’ è il tema della Mostra di Togo

 mercoledì 7 giugno 2017

MESSINA

“Paesaggi mediterranei’’ è il tema della Mostra di Togo

di Mimma Cucinotta


alt

Il noto artista messinese, in una magia di luci e colori, ha presentato il 6 giugno al Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina, venti opere, che resteranno in esposizione fino all’8 luglio. Il catalogo è stato curato da Patrizia Danzè. Pur nascendo a Milano nel 1937, Togo, al secolo Enzo Migneco, ha origini messinesi, ed è nella Città dello Stretto a trascorrere la sua adolescenza, e maturare la passione per l’arte, che respira fin dall’infanzia e che ha attraversato le generazioni della sua famiglia, passando dalla poesia dialettale del nonno, Vincenzo Migneco, alla sapienza artistica dello zio, il famoso pittore Giuseppe Migneco.

Già a 18 anni dipinge in modo professionale e, alla fine degli anni ’50, partecipa a eventi artistici e tiene a Messina la sua prima personale adottando, nel ’61, lo pseudonimo di Togo. Nel ’62, attratto dai movimenti culturali europei ritorna a Milano, dove nel quartiere di Brera avvia uno studio d’arte e inizia a frequentare artisti di fama internazionale come Fausto Pirandello e Guttuso. Nel 1967, la sua prima mostra importante alla Galleria di Milano, presentata da Raffaele De Grada. Seguono, poi, le esposizioni alle Gallerie “Diarcon” e “Annunciata”, dirette da Pasquale Giorgio e Paolo Volponi. Qualche anno più tardi, si dedicherà all’incisione e nelle Sale di Palazzo Sormani, nel 1980, allestirà una rilevante mostra. Poi, fino ad arrivare ai giorni nostri, partecipa a numerose mostre di pittura e d’incisione in giro per il mondo: Mosca, Leningrado, New York e tante altre hanno contraddistinto la carriera di Togo.

Dominante e comune, nella vita di Togo Pittore e di Enzo Migneco Uomo, il forte senso di mediterraneità che emerge dall’esplosione straripante dei colori delle sue opere e dall’irresistibile attrazione per i profumi di Sicilia, del sole e del mare di Briga marina, diventata rifugio dell’artista anche per la passione della pesca subacquea durante le vacanze estive, in riva allo Stretto della costa jonica messinese, in cui la fusione di blu, arancio, verde e giallo viene trasferita dal pitttore, con intensità e variazioni di toni, nella rappresentazione pittorica della trasparenza dell’acqua del mare fluttuante contro gli scogli, della solarità dell’aria che inonda di luce il paesaggio mediterraneo, disegnato da ondeggianti palme e verdi arbusti.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839