AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Arte e Letteratura > Mostra collettiva di Arte del riciclo “Coppe d’artista”

 lunedì 8 maggio 2017

MESSINA

Mostra collettiva di Arte del riciclo “Coppe d’artista”

di Redazione


alt

Giovedì 11 maggio, alle ore 19.00, all’EcoLab di Via Crocerossa n. 8 di Messina, s’inaugura la mostra collettiva di Arte del riciclo “Coppe d’artista”. L’evento, giunto oggi alla sua 10a Edizione, segna un percorso di arte legata alla sostenibilità ambientale, ideato e curato da Linda Schipani, ingegnere per l’ambiente e il territorio e artista. Un progetto culturale in grado di innescare meccanismi virtuosi a libello sociale, perché mette in mostra il potere dell’arte nella rigenerazione di materiali altrimenti destinati alle discariche, attraverso esempi concreti all’insegna della “bellezza”, della rigenerazione e del buon senso. Ogni anno, dal 2008 a oggi, Linda Schipani propone agli artisti di trasformare materiali obsoleti, prima impiegati nell’industria elettrica, in opere d’arte ed elementi di design; all’inizio, erano le simpatiche bobine avvolgicavo in legno, poi sfere di illuminazione in pvc, pedane, tubo corrugato, cilindri e carte dielettriche, alberelli natalizi, armature dei lampioni stradali e lampadine. Le mostre collettive generate da questi materiali di scarto hanno dato vita, grazie al coinvolgimento di oltre un centinaio di artisti, a una collezione di arte contemporanea unica nel suo genere, ospitata nel suggestivo spazio post industriale dell’EcoLab.

L’oggetto proposto quest’anno agli artisti è una coppa prismatica in vetro, impiegata come schermo dei lampioni stradali: le coppe hanno forme diverse in funzione della plafoniera di provenienza. Un materiale interessante, oggi destinato a divenire un reperto industriale perché sostituito da schemi piatti che riducono la diffusione della luce dove non serve limitando l’inquinamento luminoso generato nelle città. Gli artisti hanno alimentato di energia creativa questi oggetti, dando loro una nuova vita: le hanno dipinte, riempite, plasmate, inglobate, illuminate, modificate nella forma, nel colore, nella sostanza. A interpretare le coppe, sono stati 34 artisti, differenti per formazione, carriera e linguaggio, ma accomunati da uno stretto legame alla Terra di Sicilia.

Elencati in ordine alfabetico, sono: Maria Abbadessa, Achille Baratta, Mariella Bellantone, Antonello Bonanno Conti, Amalia Cesareo, Gregorio Cesareo, Franco Currò, Fortunato Del Dotto, Massimo Di Prima, Cettina di Seri, Giovanni Fiamingo, Enzo Fradà, Rosaria Gattarello, G8, Giacomo Lattene, Maca, Francesca Maio, Pasquale Marino, Anna Mazzeo, Lillo Messina, Claudio Militti, Pippo Pittaccio, Nio Privitera, Puccio, Maria Rando, Re, Rosa Rigano, Nino Rigano, Gigi Sansone, Ugo Sansone, Angelo Savasta, Demetrio Scopelliti, Piero Serboli, Nino Ucchino. La mostra presentata, come avviene ormai dalla I Edizione, dal critico e giornalista Gigi Giacobbe, sarà visitabile, fino al 17 maggio, su appuntamento telefonico al 328-2066948 o per email a lischi2000@yahoo.it.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Arte e Letteratura






 
Sostenitori
 
 
© 2011/21 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839