Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Sport > La soluzione del sintetico al “G. Celeste” e al “F. Scoglio” per ospitare fra tre mesi la nuova stagione

 martedì 2 maggio 2017

CALCIO

La soluzione del sintetico al “G. Celeste” e al “F. Scoglio” per ospitare fra tre mesi la nuova stagione

di Domenico Interdonato


alt

Una calda giornata di primavera dell’ultima domenica di aprile ha visto vincere e convincere l’ACR Messina che, battendo il Cosenza per 2 a 1, ha fatto lievitare le sue possibilità di salvezza diretta. Ci auguriamo che questa sia stata l’ultima partita casalinga del torneo e, visto che il tutto sta andando per il verso giusto, cominciamo a commentare alcuni fatti importanti che hanno accompagnato una stagione sportiva da dimenticare.

A fine campionato, siamo riusciti a vedere un manto erboso rigenerato tranne le due aree centrali della porta, un buon lavoro che ha permesso a giocatori tecnici come: Musacci, Anastasi, Milinkocic e Da Silva, di offrire giocate deliziose. A proposito di Anastasi e Da Silva, i due catanesi si sono mostrati ottimi calciatori che hanno contribuito a innalzare il tasso tecnico del team biancoscudato, quello che non ci spieghiamo è come ha fatto l’ex presidente Stracuzzi a regalare Pozzebon al Catania in cambio del prestito dei due. Da ricordare, inoltre, che è stato fermato alcuni minuti prima della “vendita” di Milinkovic, scelte di mercato che lasciano ampie interpretazioni a chi legge e che noi, ormai, evitiamo di commentare.

Nel mercato che verrà, si dovrà partire da punti fermi per evitare i sorrisini malevoli dei tifosi e degli addetti ai lavori, a ogni gol che si prende, quindi, dovrà essere obbligatorio non rinnovare i contratti a quanti sono indagati per il calcio scommesse. Ancora non si hanno certezze sulle scelte che la società del presidente Proto farà riguardo ai due stadi, sono anni che se ne parla, ma, di fatto, non si è firmata mai la convenzione con il Comune. Le due importanti strutture, “Giovanni Celeste” e “Franco Scoglio” dovranno ospitare fra tre mesi, verso i primi di agosto, la nuova stagione dell’ACR Messina e di tutte le squadre giovanili; per fare ciò basterebbe realizzare il manto erboso in sintetico di nuova generazione e il problema sarebbe risolto. Troppo semplice? Vedremo.

Forse, stiamo “giocando d’anticipo” parlando di problemi nuovi e antichi, ma il nostro è il pensiero di chi ascolta i tifosi, gente semplice che paga il biglietto e non vuole vedere più partite contro il Melfi, in cui si subiscono e si realizzano troppi gol. I tifosi oltre a pretendere una società sana, la vogliono anche credibile. Della serietà della nuova società ne siamo convinti tutti, l’era Proto realizzerà il cambiamento, si nota già dallo stile che ha saputo dare nel breve alla sua azione, bisognerà esserci sempre, avere la pazienza di aspettare e sperare di non perdere nell’ultima gara di campionato contro la Vibonese.


 


Altre Notizie su

Notizie > Sport






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839