Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Istruzione > C’era una volta una riserva naturale orientata: la Sughereta di Niscemi

 giovedì 6 aprile 2017

TESI DI LAUREA SUL “MUOS”

C’era una volta una riserva naturale orientata: la Sughereta di Niscemi

di Redazione


alt

C’era una volta una riserva naturale orientata: la Sughereta di Niscemi, in provincia di Caltanissetta, proprio nel cuore della Sicilia. Sito di Importanza Comunitaria, tutelato da leggi e violato. Una collina alterata, modificata nella sua conformazione, sventrata, non dalla costruzione di una villa abusiva magari con una piscina altrettanto abusiva, ma da un megaimpianto satellitare, il MUOS, a uso esclusivo della Marina Militare USA, atto a orientare gli strumenti di guerra disumani e disumanizzanti del terzo millennio.Al di là dell’impatto ambientale, al di là dell’abuso di legge (è in corso al Tribunale di Caltagirone un processo per abusivismo contro chi ha rilasciato le autorizzazioni), al di là dell’eventuale danno alla salute dei cittadini di Niscemi e di tutto il circondario, quale pensiero politico, economico, strategico sovraintende a una scelta che passa sulle teste dei cittadini di una città, di una Regione, di una Nazione libera e democratica, così come recita la Costituzione?

Come sono cambiate le abitudini, gli stili relazionali dei gruppi umani niscemesi, della gente che vive in prossimità di questo impianto? Cosa spinge migliaia di persone comuni a opporsi a questo progetto e a costituirsi in comitati? Perché sono scese in campo le “mamme” della zona? Cosa spinge uno psichiatra a diventare “attivista” ‘No Muos’?Queste e altre domande con le relative risposte si leggono su “MUOS: questioni territoriali”, la tesi di laurea della neo dott.ssa Maria Rotuletti di Barcellona Pozzo di Gotto, insegnante di professione, giunta alla laurea “con qualche anno di ritardo”, ma con lo spirito di chi non si è mai fermata nella vita, che vuole crescere e lasciare il proprio contributo culturale e umano alla società.

L’autrice si misura, con rigore scientifico, in un’indagine sociologica, sul MUOS di Niscemi. Un aspetto del tutto nuovo e, finora, poco esplorato che si avvale di una ricerca metodologica teorico-empirica, basata, da un lato, sugli aspetti e sugli effetti geopolitici del pensiero politico e ideologico, come controllo di territori, corpi, discorsi e, dall’altro, sull’esperienza diretta, sulla lettura della realtà, sull’incontro con le persone coinvolte. Con documenti visivi, spunti letterari e sociologici.La tesi fornisce un nuovo contributo alla comprensione dei fenomeni relativi ai mutamenti del rapporto tra i popoli e i loro territori. Una tesi da “110 e Lode” che merita la pubblicazione, relatore il prof. Pier Paolo Zampieri, del Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche dell’Università di Messina.


 


Altre Notizie su

Sociale > Istruzione






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839