Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Tirrenica > La “Messina in bianco e nero” di Michelangelo Vizzini

 venerdì 10 marzo 2017

VILLAFRANCA TIRRENA

La “Messina in bianco e nero” di Michelangelo Vizzini

di Redazione


alt

La poesia della quotidianità, gli eventi più sorprendenti, i momenti più importanti, le svolte che hanno fatto la storia di un’intera comunità raccontati con lo scatto del professionista e la passione del cittadino: mille stagioni, mille accadimenti, mille dettagli si ritrovano nelle fotografie di Michelangelo Vizzini “Messina in bianco e nero” che andranno in mostra al Castello di Bauso di Villafranca Tirrena per il programma biennale di eventi “Castello … in aria – Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”.

L’inaugurazione avrà luogo sabato 11 marzo, alle ore 18.00, con la partecipazione della Famiglia Vizzini, e, in particolare, della figlia del fotoreporter, Nanda, e del nipote Mirko che hanno collaborato all’organizzazione della mostra. Al loro fianco, Massimiliano Cavaleri che curerà la presentazione insieme con Rocco Ottanà, presidente del Centro sperimentale di didattica e divulgazione musicale “Progetto Suono” di Messina.Gli scatti di Vizzini – spiega Ottanà – fissano scorci della Città, raccontano riprese e crisi, usi e costumi, luoghi e condotte, la frequentazione di Piazza Cairoli, del Bar Irrera con i suoi ‘camerieri’ istituzionali, i pomeriggi domenicali al cinema Odeon o al Trinacria, le domeniche estive trascorse negli stabilimenti balneari di allora: Mortelle, il Lido del Tirreno, i Bagni Vittoria, i Bagni Principi Amedeo e il Lido Sud, i festival del cinema di Messina e Taormina, l’agosto messinese, il Teatro dei Dodicimila, gli incontri con personaggi come ‘U Lustrinu’, alias don Minicu Ghiantedda, o il nostalgico irriducibile monarchico Vincenzo Croce, detto ‘Pidocchia’ per lo stato di indigenza in cui viveva. L’onnipresente Michelangelo Vizzini,‘instancabile, sereno, discreto che riusciva sempre a rubare l’attimo, cogliendo i minimi particolari in maniera immediata e viva’, è stato testimone e memoria. Oggi, è grazie a lui e ai fotoreporter di quegli anni che possiamo ancora ‘assaporare’ una Messina elegante e bella: in Bianco e Nero”.

L’esposizione raccoglie un’ampia selezione di foto e si articola come un vero e proprio racconto per immagini, ma è anche capace, come sottolineano Mirko e Gaia Vizzini nella loro presentazione, di trasmettere il valore di quel “saper vedere” che ha caratterizzato il fotoreporter siciliano. “Vizzini, infatti, attraverso l’esempio della sua attività, svolta sino alla fine con grande dedizione e passione, lascia una grande lezione di vita, la volontà di non fermarsi mai alla superficie delle cose, ma di andare oltre le apparenze, alla ricerca del loro intimo e più segreto significato”.

La mostra è a ingresso gratuito e resterà aperta sino a giorno 2 aprile, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, e il mercoledì anche dalle ore 15.00 alle ore 17.30. Gli eventi di “Castello … in aria”, co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Gioventù, sono organizzati da “Progetto Suono”, in partenariato con il Comune di Villafranca Tirrena e in collaborazione con la pro-loco di Villafranca Tirrena, e sono finalizzati alla valorizzazione del “Castello di Bauso”, bene di proprietà del demanio culturale della Regione Siciliana, concesso dal Polo Regionale di Messina per i Siti Culturali su mandato dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e della Identità Siciliana.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Tirrenica






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839