Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Messina > Problema Punteruolo Rosso

 venerdì 3 marzo 2017

MILAZZO

Problema Punteruolo Rosso

di Redazione


alt

Giovanni De Francesco, di “CittadinanzAttiva”, a proposito del punteruolo rosso, ha dichiarato: “Le palme che fiancheggiano l’autostrada, in prossimità di Milazzo, conferendo al paesaggio una straordinaria bellezza, da qualche mese manifestano i segni della presenza del famigerato punteruolo rosso. È quell’insetto che, una volta insediatosi sulla pianta, la porta, inesorabilmente, alla morte. E siccome è un insetto prolifico (ogni femmina depone circa 200 uova) e molto mobile, la speranza di sopravvivenza delle piante vicine è pressoché nulla, considerando anche l’approssimarsi della buona stagione favorevole allo sviluppo del parassita. Pensare che quel meraviglioso viale sia destinato a scomparire, nell’indifferenza di chi è preposto alla sua cura, è triste e fa rabbia perché non sono mancati, nel tempo, gli appelli a vigilare sullo stato di salute delle palme per coglierne, tempestivamente, i primi sintomi ed agire di conseguenza.

La ‘Gazzetta del Sud’ ha dedicato molto spazio all’argomento pubblicando i resoconti di incontri e tavole rotonde che hanno posto l’attenzione sulla pericolosità del coleottero e sull’importanza di interventi immediati per impedire il passaggio sulle piante vicine. Purtroppo, tali appelli non sono serviti. E mentre è deplorevole osservare piante morte e lasciate sul posto con tutto il carico di parassiti (uova, larve e adulti) in giardini privati, è veramente inqualificabile vedere ciò in luoghi che appartengono alla collettività e gestiti da persone insensibili e indifferenti. Nemmeno il tentativo di interloquire, telefonicamente, con il responsabile della gestione del verde dell’autostrada ha avuto esito. È trascorso, ormai, molto tempo e all’insensibilità è subentrato il menefreghismo; che ciò accade in un’autostrada dove si pagano i pedaggi è veramente biasimevole. E la situazione è identica anche in altri Comuni della provincia che a Messina stessa, nel cui territorio fanno bella mostra diversi esemplari con la caratteristica chioma ingiallita e rivolta verso il basso.

È stato anche istituito un Osservatorio per il monitoraggio della presenza del parassita, ma tale istituzione, non potendo imporre alcun tipo di intervento, può essere solo utile per far conoscere i maggiori focolai d’infestazione a quelle popolazioni del Sud-Est asiatico e dell’Africa che nella dieta alimentare riservano grande importanza alle larve del Punteruolo Rosso note come ‘vermi sago’: nel Camerun sono considerate, addirittura, una delizia da riservare agli amici”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Messina






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839