Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Jonica > G7 – Il Comune di Taormina omaggerà i leader mondiali con le eccellenze italiane dell’arte

 mercoledì 1 marzo 2017

TAORMINA

G7 – Il Comune di Taormina omaggerà i leader mondiali con le eccellenze italiane dell’arte

di Redazione


alt

Taormina sarà palcoscenico del mondo con il G7 di maggio e nei giorni del summit le delegazioni saranno invitate a visitare le opere degli artisti di spicco del Futurismo italiano e la “Tavola Lucana” di Leonardo Da Vinci. L’iniziativa culturale è stata ufficializzata dal sindaco di Taormina, Eligio Giardina, e dall’assessore alle Politiche Culturali, Mario D’Agostino. Per i leader mondiali, come hanno confermato il sindaco ed il suo vice, è stato immaginato un percorso che possa esprimere alcune vere eccellenze italiane dell’arte, un viaggio in cui il visitatore immerso nei luoghi simbolo dell’arte, della bellezza e del paesaggio scoprirà alcuni emozionanti protagonisti della cultura italiana. Sono stati svelati per l’occasione due momenti: la mostra sul Futurismo italiano “Il Futuro sopravvenuto” e l’esposizione della “Tavola Lucana” di Leonardo Da Vinci.

Dal 10 marzo, Taormina ospiterà, all’interno dell’ex Chiesa del Carmine, “Il Futuro sopravvenuto”, un evento internazionale che metterà in mostra le opere degli artisti di spicco del futurismo italiano. Curata da Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta, in collaborazione con Serena Dell’Aira, espone 70 opere importanti della Collezione Futur-Ism, della Collezione Ventura, della Collezione Trust Aletta e Fondazione Cirulli.Arriverà a Taormina, il 24 maggio appositamente per il G7 e sarà esposta nella cripta dell’ex Chiesa del Carmine, la “Tavola Lucana” di Leonardo Da Vinci, un pannello di 60 x 44 cm rappresentante l’autoritratto del grande artista italiano. L’iniziativa è stata prodotta da Fenice Company Ideas grazie all’intervento dell’art promoter Gianni Filippini, del promoter Giuseppe Rapisarda e del curatore Nicola Barbatelli. Il dipinto è stato rinvenuto dallo stesso Barbatelli nell’ambito di una raccolta privata salernitana nel dicembre del 2008. La “Tavola Lucana” è stata indagata dal Reparto di Dattiloscopia Preventiva dell’Arma dei Carabinieri e dall’Università di Chieti che, oltre allo studio morfologico, hanno condotto una speciale indagine sul riconoscimento di impronte digitali.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Jonica






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839