Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Associazionismo > Presentato al Camelot il Progetto “Un germoglio per l’anima”

 martedì 24 gennaio 2017

MESSINA

Presentato al Camelot il Progetto “Un germoglio per l’anima”

di Redazione


alt

Giovedì 19 gennaio al Centro Diurno “Cameot” della Cittadella Sanitaria “L. Mandalari” di Messina, si è svolta la presentazione del Progetto “Un germoglio per l’anima”, che l’Associazione “Ortogether”, in collaborazione con il “Camelot”, sta attuando nel terreno adiacente al Centro. Lo scopo del progetto dell’intera attività del gruppo è quello di creare uno spazio agro-rurale gestito dal gruppo con i valori della permacultura e che viva un rapporto di interscambio e proficua integrazione con l’ambiente cittadino. Sono intervenuti il dott. Allone, responsabile del Centro; Lorenzo Piraino, Agostino De Caro e Antonio Tasca dell’Associazione “Ortofether”; l’assessore Ialacqua del Comune di Messina.

Alla presentazioneè intervenuta l’educatrice e conferenziera motivazionale brasiliana Daiane Fagherazzi che ha voluto esprimere il suo apprezzamento per il lavoro che si sta facendo, evidenziando l’importanza per le persone di ritrovare un contatto più diretto e saggio con la terra, fonte di energia e serenità interiore. La presentazione si è conclusa con uno speciale rito di riverenza e gratitudine alla terra che, con la coinvolgente guida della Fagherazzi, ha visto tutti i presenti uniti in un’emozionante cerchio di persone sul terreno dell’orto a darsi la mano e a “lanciare” parole positive e beneauguranti.

L’Associazione “Ortogether” nasce dall’iniziativa di alcuni ragazzi che, uniti dall’amore per la natura e dalla volontà di trovare alternative a sistemi convenzionali di coltivazione, hanno avuto l’opportunità, nel 2012, grazie alla concessione di un terreno da parte di un privato, di avviare quello che forse è stato il primo esperimento di orto sociale a Messina. Tante persone sono state attratte dal clima di amicizia e rispetto e dalla volontà di proporre modelli di coltivazione più sani e adatti all’essere umano.

Nel 2013, i promotori Laura Ruggeri, Giovanni La Torre e Marco Sciliberto, hanno voluto dare ancora maggiore valore al loro lavoro e hanno pensato di poter trapiantare quel modello virtuoso anche in contesti più complessi e delicati, utilizzandolo come mezzo per avvicinarsi a persone difficili e, probabilmente, bisognose di quegli stessi sentimenti che l’orto trasmetteva: armonia, comprensione profonda della natura e del suo inscindibile legame con l’uomo, mutualismo, partecipazione ad un obiettivo comune, solidarietà.

In questo senso, uno degli obiettivi di “Un Germoglio per l’anima” è proprio quello di coinvolgere il quartiere di Giostra, dove si trova il “Camelot”, per aiutare a ridargli un’immagine positiva e per risvegliare nelle tante persone perbene l’entusiasmo e la voglia di riappropriarsene e di farlo rivivere con creatività e rispetto. Il progetto ha ottenuto l’approvazione della Regione siciliana e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù.


 


Altre Notizie su

Sociale > Associazionismo






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839