Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Associazionismo > “Contaminazioni Fest – Persone, Accoglienza, Cultura e Esperienze” ha esordito al Monte di Pietà

 martedì 20 dicembre 2016

MESSINA SI METTE IN DISCUSSIONE

“Contaminazioni Fest – Persone, Accoglienza, Cultura e Esperienze” ha esordito al Monte di Pietà

di Tiziana Santoro


alt

“Contaminazioni Fest – Persone, Accoglienza, Cultura e Esperienze” ha esordito al Monte di Pietà l’iniziativa di solidarietà nei giorni 7 ed 8 dicembre e prevede altri due momenti d’incontro nei giorni 22 e 23. Tra i promotori è l’Associazione “Anymore” che, da oltre un decennio, promuove ed aderisce a progetti educativi e coopera ad iniziative di solidarietà in favore dei popoli d’Eritrea, Gambia e Ruanda. Al suo fianco, in questa importante iniziativa, è l’Associazione “Libera” impegnata sui temi legati alla cittadinanza e alla legalità. Il festival delle contaminazioni è il pretesto per educare all’accoglienza, all’intercultura e per sostenere le popolazioni dell’Africa in cui imperversano la guerra civile e la povertà. Nel corso delle prime due giornate-evento, la cittadinanza messinese è accorsa numerosa per assistere ai Laboratori didattici ed artistici “Diritti e Rovesci”, che hanno impegnato oltre 300 studenti sulla tematica dei diritti civili e umani. Particolarmente apprezzato dal pubblico è stato il Concorso di disegno e fotografia “Contaminazioni di Pace”.

Un significativo momento è stato offerto dalle testimonianze dei lavoratori del Birrificio “Messina”, i quali hanno raccontato e avvalorato, con la loro esperienza, l’importanza di garantire il diritto al lavoro a tutta la cittadinanza. Successivamente, i presenti hanno degustato alcuni prodotti artigianali locali e prodotti del commercio equo-solidale. Poiché coesistenza è anche condivisione, sono state proposte performance di giocoleria, swing ed equilibrismo ed intermezzi musicali a cura del Gruppo di percussionisti “Degurabà”. Per gli amanti del gioco, l’Associazione “BeG” ha organizzato un mini-torneo di scacchi. In occasione del festival, sono stati allestiti 3 workshop, che si confanno alle tematiche dell’accoglienza, del consumo responsabile, dell’antimafia e cittadinanza attiva. Chi tra i presenti vorrà partecipare all’Iniziativa “Tutto un altro regalo” potrà, con i regali solidali, dare un contributo concreto alle popolazioni dell’Africa in difficoltà.

Tra i momenti più significativi, merita di essere attenzionato il seminario tematico a cui hanno partecipato: - la giornalista Palmira Mancuso, nel ruolo di moderatrice; - Nico Lotta (presidente Naz. dell’Associazione “V.I.S.”); - Lucia Isgrò (resp. “Girasoli” Onlus); - e Antonino Spignolo “Anymore” Onlus ). Sono stati oggetto di dibattito i resoconti statistici sui conflitti mondiali in corso, sui fenomeni migratori e sono state riportate diverse esperienze per testimoniare, attraverso iniziative di cooperazione solidale, come sia possibile realizzare l’accoglienza e promuovere l’integrazione tra i popoli. La festa della solidarietà e della contaminazione proseguirà nella speranza che un messaggio di pace e cooperazione arrivi da questa parte del mondo a quella meno fortunata, economicamente, ma certamente non più povera, se si guarda al patrimonio culturale e umano che da sempre è fonte inesauribile di ricchezza e forza vitale.


 


Altre Notizie su

Sociale > Associazionismo






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839