AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Media > Scuola Diocesana di Musica e Liturgia 2016/2017

 sabato 19 novembre 2016

MESSINA

Scuola Diocesana di Musica e Liturgia 2016/2017

di Nicola Antonazzo


alt

Anche per l’anno pastorale 2016/2017, riparte la Scuola Diocesana di Musica e Liturgia, organizzata dall’Ufficio Liturgico Diocesano. Tre percorsi di formazione per altrettanti servizi ecclesiali, fondamentali per la crescita e la maturazione delle comunità cristiane del nostro territorio diocesano. Il primo percorso è riservato agli organisti ed è pensato per far emergere, in maniera più chiara, la profonda ministerialità di questo prezioso ed insostituibile servizio. Il percorso, indirizzato a chi già presta questo servizio in parrocchia, attraverso l’apprendimento di uso adeguato dei registri e un appropriato approccio per accompagnamento del canto liturgico, intende realizzare una formazione completa dell’organista sia sul piano strettamente tecnico sia su quello più squisitamente ecclesiale. La seconda proposta è pensata per i coristi che ogni domenica animano le celebrazioni delle nostre parrocchie.

Si parla, quindi, di persone già impegnate in maniera costante in quello che è percepito come principale servizio liturgico per le assemblee. Per loro, un percorso particolareggiato tra le tecniche di respirazione e di fonazione, finalizzato alla presa di coscienza delle potenzialità dell’estensione vocale e l’acquisizione delle tecniche necessarie per la respirazione diaframmatica. Accanto a questi due corsi, più strettamente musicali, integrati e completati da insegnamenti di liturgia, vocalità e lettura della musica, si è fatto strada, negli ultimi anni, il cammino per la formazione dei “Lettori Liturgici non istituiti”. Lungi dal volersi sostituire ai percorsi ufficiali per il conferimento di un Ministero Istituito, il corso si propone come un supporto per il ben più diffuso “Ministero di fatto”, che coinvolge, giornalmente, tantissimi laici. Attraverso un curriculo incentrato sulle competenze biblico-liturgiche da una parte e l’acquisizione delle principali tecniche di proclamazione, si vuole ottemperare all’indicazione, più volte ribadita nei documenti magisteriali, circa la necessità di avere, all’interno delle comunità, laici “che siano, però, adatti a svolgere questo compito e ben preparati […], affinché i fedeli maturino nel loro cuore, ascoltando le letture divine, un soave e vivo amore alla sacra Scrittura” (OGMR, 101).

Una formazione spirituale, soprattutto, considerando sia quella biblica, attraverso la conoscenza e la familiarità dei testi sacri, sia liturgica, entrando nei meandri del mistero celebrato attraverso i testi eucologici. Infine, una preparazione tecnica per rendere i lettori “sempre più idonei all’arte di leggere in pubblico” (OLM, 55). Musica e canto, così, come un’adeguata lettura dei testi sacri, come sottolineava l’amministratore apostolico, mons. Benigno Luigi Papa, nella presentazione del corso, sono in grado d’innalzare e sottolineare i segni pensati per comunicare in modo efficace la realtà divina del mistero celebrato. Il fine rimane quello di una piena e consapevole partecipazione dell’assemblea, vero soggetto dell’azione liturgica.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Media






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839