Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Nazionali > Condannato il Ministero della Salute per un caso d'infezione da Epatite C

 mercoledì 30 ottobre 2013

SALUTE E BENESSERE

Condannato il Ministero della Salute per un caso d'infezione da Epatite C

di Redazione


alt

La terza sezione civile del tribunale di Palermo ha condannato il Ministero della Salute a risarcire 280.551 euro a una donna di Palermo che ha contratto l’epatite C, in seguito a una trasfusione effettuata all’ospedale “Cervello”, durante il parto cesareo, nel 1981.

L’epatite C, che, a quel tempo, non era ancora riconosciuta come tale (nomenclatura), veniva classificata come “no A” o “no B”. Veicolo di contagio, in quel periodo, furono diverse sacche di plasma sanguigno, provenienti dall’estero, che non avevano subito controlli e, pertanto, i casi d’infezione, per via trasfusionale, furono, in poco tempo, decine di migliaia, nel nostro paese.

La patologia, in molti casi “silente”, s’individua per un aumento delle transaminasi del fegato ed è per questo che la donna, di cui si parla, scoprì di avere la malattia solo nell’anno 2001.


 


Altre Notizie su

Notizie > Nazionali






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839