Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Recensioni > Don Salvatore il Paciere

 martedì 30 agosto 2016

RECENSIONE

Don Salvatore il Paciere

di Redazione


alt

Queste sei commedie di Gianni Ruta, “11 terno secco”, “Calogero ‘u Giufà”, ambientate nel messinese sua terra d’origine, ci riportano lontane nel tempo e si rifanno a degli episodi, taluni autobiografici, seguiti da vicino. Siamo nel verismo teatrale. Esse riflettono la cultura, il modo di essere dei ceti popolari del tempo nell’affrontare taluni problemi, anche se taluni problemi (anche di poco conto) per loro andavano, prontamente, risolti per evitare che sfociassero in una pesante piega. Guidati dalla loro bussola mentale, il cui ago si muoveva nella direzione conforme a quelle leggi non scritte e del loro stato economico-sociale, si rivolgevano a don Salvatore “il Paciere” e non alle istituzioni, per evitare le lungaggini burocratiche e l’oneroso costo. Col paciere, ipso facto, conoscevano la sentenza e non. Altrettanto interessanti e fortemente imprevisti i due capitoli: “Divagazioni rutacee” e “Divagazioni Donsalvatoriane”, che chiudono l’opera. Quello che, maggiormente, mi ha colpito è, sin dalle commedie già datate, che il lettore non ha l’impressione di trovarsi davanti a un libro, ma seduto nella prima fila di un bel teatro, grazie alla forza descrittiva incalzante e pregna di vari colpi di scena.

Angela Pollicino


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Recensioni






 
Partner
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839