AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Media > Pier Giorgio Frassati, testimone di Misericordia

 sabato 16 luglio 2016

CRACOVIA

Pier Giorgio Frassati, testimone di Misericordia

di Alfonso Saya


alt

Papa Francesco, non poteva fare scelta migliore da offrire ai milioni di ragazzi che, da ogni parte del mondo, si ritroveranno a Cracovia, scegliendo come Testimone di Misericordia, Pier Giorgio Frassati, definito da S. Giovanni Paolo II, “L’uomo delle otto beatitudini”, poiché le ha tradotte alla perfezione, nel breve arco della sua esistenza, le ha personificate, le ha messe in atto come la Beatitudine della Misericordia. “Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia, che è un fuoco che a poco a poco deve distruggere la nostra personalità per palpitare solo per i dolori degli altri”, sosteneva il grande Papa. Non poteva, quindi, Papa Francesco, fare miglior scelta di lui, come fulgido Testimone della Misericordia che si è prodigato, è fu definito “il facchino dei poveri” nell’assistenza ai bisognosi, agli ammalati. Era un giovane “moderno”, aperto ai problemi della cultura, dello sport, era un “alpinista tremendo”, amava le vette, amava le ebbrezze… due mesi prima della laurea in ingegneria, la sua esuberante giovinezza, dicevo, veniva stroncata da una poliomielite fulminante contratta nell’assistere gli ammalati.

È morto a Torino il 4 luglio 1925, a 24 anni. La sua breve vita è stata intensa, operosa: “Bisogna vivere, non vivacchiare!” Questo era il suo motto e lo ha messo in pratica. “Bello è vivere – diceva ancora – in quanto al di là v’è la nostra vera vita! La Fede datemi nel Battesimo, mi suggerisce con voce sicura. Da te non farai mai nulla ma se Dio avrai per Centro, in ogni tua azione, allora arriverai fino alla fine”. Ha sperimentato, in pienezza, la forza e la gioia del Vangelo. In occasione della sua festività liturgica, il 4 luglio scorso, è partita l’urna con le sue spoglie, dalla Cattedrale di Torino, per compiere una peregrinazione attraverso il Nord Italia e l’Europa, per giungere a Cracovia, per la Giornata mondiale della gioventù con Papa Francesco.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Media






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839