Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Nebrodi > Solenni festeggiamenti in onore di San Biagio

 lunedì 11 luglio 2016

CARONIA

Solenni festeggiamenti in onore di San Biagio

di Santina Folisi


alt

Hanno avuto inizio a Caronia i Solenni festeggiamenti in onore del Santo Patrono e Protettore San Biagio, in preparazione dei 200 anni di patrocinio e protezione che ricorreranno nel 2018. Grande è la devozione del popolo caronese verso il Santo che venera da secoli e che trasmette la tradizione religiosa di generazione in generazione. Attraverso, infatti, gli appunti del canonico sacerdote, Luigi Costa Volpe, si è appreso che il culto del martire San Biagio e della Vergine dell’Itria, su richiesta dell’allora arciprete, don Stefano Murgia e dell’arcivescovo di Messina, mons. Trigona Grimaldi, sarebbe diventato ufficiale a Caronia il 14 ottobre 1818, con la Bolla del Papa Pio VII e sotto la corona del Re Ferdinando di Borbone, ma, secondo fonti storiche locali, già 300 anni prima, esso avrebbe trovato diffusione nelle diverse chiese locali.

L’Evento, attraverso il nutrito programma, organizzato e guidato, per il secondo anno consecutivo, dall’arciprete don Antonio Cipriano con il coinvolgimento di istituzioni e varie associazioni locali, si svolgerà giorno dopo giorno fino al 21 agosto, si è aperto di buon mattino, con il suono delle campane ed è continuato con un significativo segno durante la Santa Messa delle 11, alla quale hanno partecipato componenti del consiglio e della Giunta e cioè l’omaggio floreale al Protettore, seguito dall’atto di fedeltà pronunciato dal sindaco Antonino D’Onofrio, da poco eletto a Caronia, che, ha rivolto, attraverso l’intercessione del Santo presso Dio, pensieri, richieste di aiuto e ringraziamenti.

Un’altra rilevante circostanza, a conclusione della Santa Messa serale, è stata la nuova reliquia, proveniente dal deposito della Diocesi di Patti, consistente in un pezzetto di osso del Santo, contenuto in reliquiario a medaglione, custodito in teca, portata con una breve processione, dalla chiesa Madre a quella di San Biagio, dove è stata appesa al collo della statua del Patrono. Anche la comunità della frazione Marina venererà San Biagio attraverso un quadro raffigurante la sua immagine, all’insegna della religiosità e della condivisione popolare.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Nebrodi






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839