Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Nebrodi > Festa del Sacro Cuore di Gesù

 lunedì 4 luglio 2016

CARONIA

Festa del Sacro Cuore di Gesù

di Santina Folisi


alt

Si è svolta a Caronia, domenica 26 giugno, la solenne festa del Sacro Cuore di Gesù, ricordata nella tradizione religiosa locale sin dal 1915, ma, la devozione era già presente sin dall’antichità cristiana e nel Medioevo ed ha trovato sviluppo con la suora francese Santa Margherita Maria Alacoque per diventare, nel 1856, festa universale di tutta la Chiesa Cattolica. L’arciprete delle Parrocchie “San Nicolò di Bari” e “Maria SS. Annunziata”, don Antonio Cipriano, collaborato dall’Apostolato della preghiera di Caronia e Marina di Caronia, dalla procura delle feste del centro, con un ricco programma, ha voluto stimolare il suo popolo a sperimentare l’amore nel Sacro Cuore di Gesù, attraverso momenti importanti di pratiche devozionali, con preghiere, rosario, coroncine, esposizione della Sacra Reliquia della Croce di Gesù, solenne imposizione di abitino, che ha raggiunto, dopo il triduo in suo onore, il clou nel giorno di festa, con la molta partecipazione di fedeli in “risposta alla chiamata cristiana”.

Infatti, nella solenne celebrazione eucaristica serale e durante l’omelia, l’arciprete ha ricordato il defunto padre Lupica che, nei tempi passati, aveva voluto l’immagine del Sacro Cuore per Caronia perché significante: “Attirerò tutti a me” ed ha invitato la comunità di fedeli a mettere al centro della giornata il sacro Cuore di Gesù, chiedendo a Lui con fervore le grazie e vivere in relazione al Paradiso perché è una devozione che “porta in cielo e chi si incammina con Lui ha tutto, senza di lui niente”. Subito dopo, anche con la gioiosa presenza di don Benedetto Lupica, la miracolosa immagine del sacro Cuore è passata per le vie cittadine, in processione, dove intanto, erano stati allestiti degli altarini, preparati secondo la tradizione tramandata, che via via venivano benedetti, allietata dall’Associazione musicale locale “S. Nicola”. Non sono mancati i consueti botti che segnano l’inizio e la fine della festa religiosa, ovviamente prima della benedizione conclusiva ai fedeli.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Nebrodi






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839