Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Istruzione > Scuola “Cannizzaro-Galatti”: “Chista è scola e scola resta”

 domenica 12 giugno 2016

RIFLESSIONE

Scuola “Cannizzaro-Galatti”: “Chista è scola e scola resta”

di Alfonso Saya


alt

Con l’inaugurazione dell’Aula Magna e della Biblioteca “Martino-Scelfo”, è stato dato il via, alla restaurazione e ristrutturazione della monumentale scuola “Cannizzaro-Galatti” di Messina, che è quello che resta del patrimonio storico-culturale-architettonico della nostra Città. Si voleva demolirla, tanto per proseguire nell’opera di demolizione quasi totale della memoria cittadina, per far posto al Tribunale satellite, che poi, tanto satellite non sarebbe stato ma piuttosto un “allargamento” dell’adiacente Tribunale, strangolando il già critico traffico cittadino. Ma, una volta tanto i Messinesi, hanno alzato la testa e riscattato l’atavica apatia ed indifferenza e si sono mobilitati, hanno protestato per riappropriarsi di un Bene culturale. Anche il sottoscritto ha fatto la sua parte, ha dato il suo contributo, ha sferrato la sua battaglia giornalistica-poetica.

Ho composto, difatti, una poesia nella nostra Lingua siciliana, “Chista è scola e scola resta”, che ho recitato nel mio intervento nel corso della inaugurazione della bella Aula magna, che è “l’assaggio” della riqualificazione della scuola. Nel mio intervento ho citato i versi del Pascoli che ha insegnato nel nostro Ateneo: “C’è qualcosa di nuovo anzi d’antico”... poiché si respira aria nuova e nello stesso tempo antica, perché si vuole restituire alla scuola il pristino splendore. Grande merito, della dirigente dr.ssa Giovanna Cacciola, sensibile alla Cultura, all’Arte e alla poesia.


 


Altre Notizie su

Sociale > Istruzione






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839